Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
tempio

TEMPIO INTERNAZIONALE DEL DONATORE

VALDOBBIADENE, TREVISO

42°

POSTO

7,419

VOTI 2020
Condividi
TEMPIO INTERNAZIONALE DEL DONATORE

Salendo dal paese di Valdobbiadene (TV) lungo le pendici del Monte Cesen, nelle Prealpi Venete, dopo un suggestivo alternarsi di boschi, pascoli e malghe, si apre quasi improvvisamente la spianata di Pianezze. Qui, a 1.061 metri di altezza, si può godere del silenzio, del fresco e della quiete che la natura ci regala. Proprio nel piazzale, sorge il Tempio Internazionale del Donatore, costruito nel 1962 per volontà di alcuni audaci donatori di sangue che volevano cancellare lo sdegno del sangue inutilmente versato nel territorio durante le guerre. Si volle costruire un tempio dedicato invece al dono anonimo e gratuito del sangue e si scelse un luogo dove, durante la Grande Guerra, sorgeva una postazione di cannoni. Partendo proprio dal motto “il sangue si dona, non si versa” questi artefici vollero trasformare un luogo violentato dall’odio e dalla morte in uno che parlava di vita e di pace. Da quel giorno, quel luogo rappresenta la casa di tutti, dove trovare serenità e amore e ricercare l’entusiasmo e l’impegno necessari per rilanciare azioni di solidarietà e generosità. Per oltre cinquant’anni, il Tempio è stato meta di visite, feste, incontri, convegni e raduni di volontari del dono di tutta Italia, di qualsiasi sigla e appartenenza, perché simbolo della generosità del donare il sangue, gli organi e i tessuti al prossimo. Nel 2019, per volere delle quattro Associazioni del dono più significative d’Italia (Avis, Fidas, Fratres e Aido), è stata costituita l’Associazione ODV Tempio Internazionale del Donatore, per la rinascita del Tempio. Oggi noi tutti, in questo periodo storico e sociale particolarmente delicato, in cui gli errori del passato sembrano quasi riemergere, vogliamo ricordare l’insegnamento che i padri fondatori ci hanno lasciato in eredità. Vogliamo tramandarci uno spazio destinato al culto, e non solo religioso, che riconosce la sacralità del dono del sangue, dei tessuti e degli organi, e il valore della vita che esso rappresenta.

Gallery

tempio
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore
Tempio del donatore

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

tempio internazionale del donatore

10° censimento nazionale del FAI
Anno
2020
Voti
7,419
Progetto
Restauro
Stato
Approvato 2021

IL BENE
Il tempio si trova in un’area montana, sulla spianata di Pianezze a 1.061 metri di altezza, all’interno dell’area delle “Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene”, dal 2019 riconosciuta Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO in qualità di “paesaggio culturale”. Il Tempio è raggiungibile salendo lungo le pendici del Monte Cesen, nelle Prealpi venete, dopo un suggestivo alternarsi di boschi, pascoli e malghe. Fu costruito nel 1962 per volontà di alcuni donatori di sangue che volevano cancellare lo sdegno del sangue versato nel territorio durante le guerre: il tempio è collocato infatti in un’area particolarmente simbolica, ovvero nel punto in cui, durante la Grande Guerra, sorgeva una postazione di cannoni. L’edificio rappresenta una delle opere più apprezzate dell’architetto Giuseppe Davanzo (1921-2007), allievo di Carlo Scarpa. La forma a tenda della copertura rappresenta il riparo e l’accoglienza, mentre l’essenziale interno conserva un crocifisso in legno di scuola veneziana del XVI secolo, bisognoso di restauro.

PROGETTO SOSTENUTO
L’intervento sostenuto da FAI e Intesa Sanpaolo – richiesto dall’ODV Tempio Internazionale del Donatore – permetterà il restauro dell’importante Crocifisso, con interventi di consolidamento strutturale, pulitura e recupero complessivo. Oltre all’oggettiva valenza storico-artistica, il crocifisso ha anche un notevole significato storico: per tutta la durata della I Guerra Mondiale, fu infatti conservato in una piccola cappella costruita sul Monte Cesen, in cui venivano ammassati i corpi dei soldati uccisi: l’opera restaurata tornerà così a rappresentare, in tutta la sua imponenza, un monito contro lo spargimento di sangue.

LE PERSONE CHE HANNO RACCOLTO I VOTI
Grazie alla visibilità ottenuta attraverso la raccolta voti promossa dal comitato “Insieme per il Tempio” - costituito dalle quattro associazioni del dono più significative in Italia: Avis, Fidas, Fratres e Aido - nei primi mesi del 2021 è stata attivata una importante raccolta fondi, partecipata da oltre cento soggetti pubblici e privati, che ha permesso la riapertura del luogo dopo quattro anni di chiusura.

CONTRIBUTO: 12.115 euro
 

SCARICA QUI i materiali per promuovere il risultato ottenuto dal tuo Luogo del Cuore

Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

42° Posto

7,419 Voti
Censimento 2018

13,701° Posto

6 Voti
Censimento 2016

26,944° Posto

1 Voti
Censimento 2014

10,956° Posto

1 Voti
Censimento 2010

4,353° Posto

1 Voti

Scopri altri luoghi vicini

861°
6 voti

Area urbana, piazza

LOCALITA' PIANEZZA

VALDOBBIADENE, TREVISO

855°
12 voti

Villa

VILLA DEI CEDRI

VALDOBBIADENE, TREVISO

787°
80 voti

Convento

EX CONVENTO CAPPUCCINI DI SAN GREGORIO

VALDOBBIADENE, TREVISO

865°
2 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASA DALL'ARMI

VALDOBBIADENE, TREVISO

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

TEMPIO INTERNAZIONALE DEL DONATORE

VALDOBBIADENE, TREVISO

Condividi
TEMPIO INTERNAZIONALE DEL DONATORE
Salendo dal paese di Valdobbiadene (TV) lungo le pendici del Monte Cesen, nelle Prealpi Venete, dopo un suggestivo alternarsi di boschi, pascoli e malghe, si apre quasi improvvisamente la spianata di Pianezze. Qui, a 1.061 metri di altezza, si può godere del silenzio, del fresco e della quiete che la natura ci regala. Proprio nel piazzale, sorge il Tempio Internazionale del Donatore, costruito nel 1962 per volontà di alcuni audaci donatori di sangue che volevano cancellare lo sdegno del sangue inutilmente versato nel territorio durante le guerre. Si volle costruire un tempio dedicato invece al dono anonimo e gratuito del sangue e si scelse un luogo dove, durante la Grande Guerra, sorgeva una postazione di cannoni. Partendo proprio dal motto “il sangue si dona, non si versa” questi artefici vollero trasformare un luogo violentato dall’odio e dalla morte in uno che parlava di vita e di pace. Da quel giorno, quel luogo rappresenta la casa di tutti, dove trovare serenità e amore e ricercare l’entusiasmo e l’impegno necessari per rilanciare azioni di solidarietà e generosità. Per oltre cinquant’anni, il Tempio è stato meta di visite, feste, incontri, convegni e raduni di volontari del dono di tutta Italia, di qualsiasi sigla e appartenenza, perché simbolo della generosità del donare il sangue, gli organi e i tessuti al prossimo. Dal dicembre del 2017 il Tempio è chiuso per inagibilità, a causa di ingenti danni causati dalle intemperie e dal tempo. Nel 2019, per volere delle quattro Associazioni del dono più significative d’Italia (Avis, Fidas, Fratres e Aido), è stata costituita l’Associazione ODV Tempio Internazionale del Donatore, per la rinascita del Tempio. Oggi noi tutti, in questo periodo storico e sociale particolarmente delicato, in cui gli errori del passato sembrano quasi riemergere, vogliamo ricordare l’insegnamento che i padri fondatori ci hanno lasciato in eredità. Vogliamo tramandarci uno spazio destinato al culto, e non solo religioso, che riconosce la sacralità del dono del sangue, dei tessuti e degli organi, e il valore della vita che esso rappresenta.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2010, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te