ISCRIVITI Al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
ATTREZZERIA NEGRONI: ARCHIVIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE

ATTREZZERIA NEGRONI: ARCHIVIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE

MILANO

527°

POSTO

68

VOTI
Condividi
ATTREZZERIA NEGRONI: ARCHIVIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE
Tra Città Studi e Ortica, in quella Milano in rapida ripresa del secondo dopoguerra, dove fabbriche e opifici si integravano nel tessuto urbano, sorge l'Archivio Negroni, custode dell'eredità storica e culturale dell'attrezzeria Edoardo Negroni. Nata nei primi anni '50, ha costruito capolavori miniati a bulino: rulli da laminatoio, punzoni e stampi per riprodurre particolari ornamentali e di argenteria classica. È l'approccio sperimentale del fondatore a caratterizzare l'operato dell'attrezzeria: precisione nelle realizzazioni e attenzione ai particolari, in una continua tensione al raffinamento delle tecniche, perfino modificandone gli strumenti, alla ricerca della qualità. Tra i numerosi cassetti e faldoni nell'opificio si rivela il ricco patrimonio di rulli da laminatoio, punzoni e stampi per riprodurre decori e particolari ornamentali di utensili e i bulini per le operazioni di rifinitura manuale. Attraverso i suoi manufatti e strumenti la Edoardo Negroni racconta l'arte dell'incisione e rievoca la storia della manifattura artigianale di piccola serie nell'operosa Brianza industriale. L'attrezzeria vuole rilanciarsi come un “serbatoio” dinamico e attivo di informazioni e riferimenti pratici. È in corso un progetto di valorizzazione e promozione di questo patrimonio artigianale e cultura d'impresa che vedrà nei prossimi anni l'Archivio Negroni presentarsi in un sistema fruibile a un pubblico di specialisti e appassionati. Dietro la vetrata, l'archivio e l'opificio rappresentano una presenza discreta ma evocativa di un luogo ancora vivo che collega passato e presente, in grado di conferire un'atmosfera e dare qualità a un luogo che non resta anonimo. Una parte dell'officina è oggi uno spazio fruibile per attività collaterali che contribuiscano a supportare il progetto di riqualificazione.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2022

527° Posto

68 Voti
Censimento 2020

1,065° Posto

172 Voti
0

Scopri altri luoghi vicini

414°
184 voti

Affresco, dipinto

MURALES LARGO MURANI

MILANO

573°
22 voti

Area naturale

ORTO BOTANICO VIA GOLGI

MILANO

591°
4 voti

Teatro

TEATRO MARTINITT

MILANO

309°
335 voti

Edificio civile

CITTA STUDI: LE SEDI STORICHE DELL'UNIVERSITA' STATALE

MILANO

Scopri altri luoghi simili

11°
17,457 voti

Archeologia industriale

ANTICA FONDERIA DI CAMPANE ACHILLE MAZZOLA 1403

VALDUGGIA, VERCELLI

110°
2,927 voti

Archeologia industriale

CIRCOLO ILVA BAGNOLI

NAPOLI

124°
2,334 voti

Archeologia industriale

DEPOSITO TRAM INTERURBANI ATM (EX STEL)

DESIO, MONZA E DELLA BRIANZA

157°
1,472 voti

Archeologia industriale

DEPURATORE STORICO DI POTENZA

POTENZA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

ATTREZZERIA NEGRONI: ARCHIVIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE

MILANO

Condividi
ATTREZZERIA NEGRONI: ARCHIVIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE
Tra Città Studi e Ortica, in quella Milano in rapida ripresa del secondo dopoguerra, dove fabbriche e opifici si integravano nel tessuto urbano, sorge l'Archivio Negroni, custode dell'eredità storica e culturale dell'attrezzeria Edoardo Negroni. Nata nei primi anni '50, ha costruito capolavori miniati a bulino: rulli da laminatoio, punzoni e stampi per riprodurre particolari ornamentali e di argenteria classica. È l'approccio sperimentale del fondatore a caratterizzare l'operato dell'attrezzeria: precisione nelle realizzazioni e attenzione ai particolari, in una continua tensione al raffinamento delle tecniche, perfino modificandone gli strumenti, alla ricerca della qualità. Tra i numerosi cassetti e faldoni nell'opificio si rivela il ricco patrimonio di rulli da laminatoio, punzoni e stampi per riprodurre decori e particolari ornamentali di utensili e i bulini per le operazioni di rifinitura manuale. Attraverso i suoi manufatti e strumenti la Edoardo Negroni racconta l'arte dell'incisione e rievoca la storia della manifattura artigianale di piccola serie nell'operosa Brianza industriale. L'attrezzeria vuole rilanciarsi come un “serbatoio” dinamico e attivo di informazioni e riferimenti pratici. È in corso un progetto di valorizzazione e promozione di questo patrimonio artigianale e cultura d'impresa che vedrà nei prossimi anni l'Archivio Negroni presentarsi in un sistema fruibile a un pubblico di specialisti e appassionati. Dietro la vetrata, l'archivio e l'opificio rappresentano una presenza discreta ma evocativa di un luogo ancora vivo che collega passato e presente, in grado di conferire un'atmosfera e dare qualità a un luogo che non resta anonimo. Una parte dell'officina è oggi uno spazio fruibile per attività collaterali che contribuiscano a supportare il progetto di riqualificazione.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2020, 2022
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te