ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
EX OSPEDALE PSICHIATRICO ANTONINI - MOMBELLO

EX OSPEDALE PSICHIATRICO ANTONINI - MOMBELLO

LIMBIATE, MONZA E DELLA BRIANZA

321°

POSTO

113

VOTI 2022
Condividi
EX OSPEDALE PSICHIATRICO ANTONINI - MOMBELLO
Nell' Ottocento era conosciuta come la villa di Napoleone, perchè lì fissò la residenza l' imperatore francese durante la campagna d' Italia. Un secolo più tardi, la settecentesca Villa Pusterla-Crivelli e il suo grande parco vennero trasformati nell' ospedale psichiatrico Giuseppe Antonini, noto a tutti come il «manicomio di Mombello». Oggi, che la struttura sanitaria è stata di fatto smantellata e i padiglioni costruiti negli anni sono stati quasi tutti abbandonati a se stessi, l' intera proprietà rappresenta il lascito più consistente di Palazzo Isimbardi alla neonata Provincia di Monza e Brianza. Quando la giunta Penati metterà mano alla divisione dei beni, i 700 mila metri quadrati della collina di Limbiate coi suoi «gioielli» saranno sicuramente il primo argomento all' ordine del giorno per valore economico e importanza storico-architettonica. Costruita nel 1754 dall' architetto Francesco Croce sui resti di edifici che risalivano addirittura al Medioevo, Villa Pusterla-Crivelli ospitò nelle sue stanze il re delle Due Sicilie, Ferdinando IV, oltre a Napoleone. Nella tenuta di Mombello risiedevano la madre dell' imperatore, Maria Nunziata, e le tre sorelle Carlotta, Elisa e Paolina. E, sempre qui, il 14 giugno 1797 Paolina sposò il generale Leclerc. Dai fasti della Repubblica Cisalpina, in pochi decenni l' intera struttura fu trasformata in casa di cura per malati di mente. Per 130 anni, Villa Crivelli fu così un ospedale psichiatrico, che intorno al 1960 arrivò ad avere più di 3000 pazienti, attirandosi l' appellativo di «colosso dei manicomi italiani». Con la legge Basaglia, l' intera struttura venne poi lentamente abbandonata. Dal degrado si sono salvati Villa Crivelli, attuale sede dell' Istituto tecnico agrario, le palazzine che ospitano l' Istituto commerciale per periti aziendali e il «Corberi», una casa d' accoglienza per malati psichici gravi. Gli altri edifici non godono invece di buona salute. Proprio per valorizzare un patrimonio lasciato a se stesso, un anno fa il Comune di Limbiate ha ottenuto di poter recuperare tre edifici per realizzare un centro anziani, una scuola di formazione per medici e infermieri e uno spazio per le associazioni.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2022

83° Posto

80 Voti
Censimento 2020

2,015° Posto

80 Voti
Censimento 2018

1,275° Posto

70 Voti
Censimento 2016

796° Posto

76 Voti
Censimento 2014

1,331° Posto

26 Voti
Censimento 2012

3,489° Posto

4 Voti
Censimento 2006

2,722° Posto

1 Voti
0

Vota altri luoghi vicini

528°
68 voti

Oratorio

ORATORIO DI SAN FRANCESCO

LIMBIATE, MONZA E DELLA BRIANZA

368°
101 voti

Villa

VILLA CRIVELLI PUSTERLA E GIARDINO

LIMBIATE, MONZA E DELLA BRIANZA

919°
38 voti

Villa

VILLA MEDOLAGO

LIMBIATE, MONZA E DELLA BRIANZA

5,164°
7 voti

Villa

VILLA BORSANI

VAREDO, MONZA E DELLA BRIANZA

Vota altri luoghi simili

37°
1,100 voti

Altro

ROCCIAMELONE: SCRIGNO DI ARTE, NATURA, CULTURA E DEVOZIONE

MOMPANTERO, TORINO

121°
305 voti

Altro

SCUOLA AGRARIA "G. PAVONCELLI" CERIGNOLA

CERIGNOLA, FOGGIA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

EX OSPEDALE PSICHIATRICO ANTONINI - MOMBELLO

LIMBIATE, MONZA E DELLA BRIANZA

Condividi
EX OSPEDALE PSICHIATRICO ANTONINI - MOMBELLO
Nell' Ottocento era conosciuta come la villa di Napoleone, perchè lì fissò la residenza l' imperatore francese durante la campagna d' Italia. Un secolo più tardi, la settecentesca Villa Pusterla-Crivelli e il suo grande parco vennero trasformati nell' ospedale psichiatrico Giuseppe Antonini, noto a tutti come il «manicomio di Mombello». Oggi, che la struttura sanitaria è stata di fatto smantellata e i padiglioni costruiti negli anni sono stati quasi tutti abbandonati a se stessi, l' intera proprietà rappresenta il lascito più consistente di Palazzo Isimbardi alla neonata Provincia di Monza e Brianza. Quando la giunta Penati metterà mano alla divisione dei beni, i 700 mila metri quadrati della collina di Limbiate coi suoi «gioielli» saranno sicuramente il primo argomento all' ordine del giorno per valore economico e importanza storico-architettonica. Costruita nel 1754 dall' architetto Francesco Croce sui resti di edifici che risalivano addirittura al Medioevo, Villa Pusterla-Crivelli ospitò nelle sue stanze il re delle Due Sicilie, Ferdinando IV, oltre a Napoleone. Nella tenuta di Mombello risiedevano la madre dell' imperatore, Maria Nunziata, e le tre sorelle Carlotta, Elisa e Paolina. E, sempre qui, il 14 giugno 1797 Paolina sposò il generale Leclerc. Dai fasti della Repubblica Cisalpina, in pochi decenni l' intera struttura fu trasformata in casa di cura per malati di mente. Per 130 anni, Villa Crivelli fu così un ospedale psichiatrico, che intorno al 1960 arrivò ad avere più di 3000 pazienti, attirandosi l' appellativo di «colosso dei manicomi italiani». Con la legge Basaglia, l' intera struttura venne poi lentamente abbandonata. Dal degrado si sono salvati Villa Crivelli, attuale sede dell' Istituto tecnico agrario, le palazzine che ospitano l' Istituto commerciale per periti aziendali e il «Corberi», una casa d' accoglienza per malati psichici gravi. Gli altri edifici non godono invece di buona salute. Proprio per valorizzare un patrimonio lasciato a se stesso, un anno fa il Comune di Limbiate ha ottenuto di poter recuperare tre edifici per realizzare un centro anziani, una scuola di formazione per medici e infermieri e uno spazio per le associazioni.
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2006, 2012, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te