ISCRIVITI Al FAI
CASTELLO E PARCO DI MASINO | ph. © Franco Bello

Castello e Parco di Masino

Il castello millenario nel cuore del Canavese

English Version
Condividi
Castello e Parco di Masino

tipologia

Bene aperto al pubblico

contatti

0125 778100
faimasino@fondoambiente.it

Immersa in un parco monumentale, la dimora di un illustre casato piemontese: la famiglia dei conti Valperga di Masino. Mille anni di storia narrati in un coinvolgente percorso, tra saloni affrescati e arredati.

Acquistato dal FAI da Luigi Valperga di Masino grazie alla donazione Giulia Maria Crespi e alla donazione FIAT, Cassa di Risparmio di Torino e Maglificio-calzificio torinese, nel 1988

READ THE ENGLISH VERSION

Da oltre mille anni, il Castello di Masino domina la vasta piana del Canavese da un’altura che è parte della suggestiva barriera morenica della Serra di Ivrea: un paesaggio intatto e infinito, tra le più ampie e meglio conservate formazioni geologiche di origine gaciale d’Europa. Questa posizione strategica costò al maniero frequenti contese, ma il nobile casato dei Valperga, che vantava una discendenza da Arduino di Ivrea, re d’Italia nel 1002, riuscì a conquistarne il possesso per più di nove secoli.

Nel tempo i Valperga convertirono il Castello da presidio fortificato a residenza aristocratica e dimora di villeggiatura. Un passato glorioso, che ancora si respira attraversando i saloni affrescati e arredati con sfarzo, le camere per gli ambasciatori, gli appartamenti privati, i salotti, le terrazze panoramiche. Gli ambienti dedicati alla celebrazione del sapere, come la preziosa biblioteca che conserva più di 25mila volumi antichi, sono un raffinato sfoggio di cultura sei e settecentesca . Particolare importanza rivestono gli spazi verdi, articolati su più livelli: dal giardino formale all’italiana e alla francese, all’affascinante parco “romantico” all’inglese, alle terrazze panoramiche, al secondo labirinto più grande d’Italia, attestato già nel XVII secolo e ricostruito dal FAI sulla base di antichi documenti.

Visitare Masino regala ogni volta un’esperienza diversa: dalla visita al Castello per gli appassionati di arte e di storia, a una giornata all’aria aperta nel meraviglioso Parco. Il castello si anima in occasione dei numerosi eventi che qui sono ospitati nel corso dell’anno. Visitare Masino è possibile anche in compagnia dei bambini, che qui possono divertirsi partecipando alla divertente caccia al tesoro o visitando il Museo delle Carrozze,...

Leggi tutto
Scopri il Castello di Masino attraverso il racconto di Marco Magnifico, Presidente del FAI.
Guarda il servizio che GEO RAI 3 ha dedicato a questo luogo
Loading

Da non perdere

Sala da ballo, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
La visita degli interni

Il percorso indietro nel tempo tra saloni, camere e passaggi segreti, teatro della storia millenaria della famiglia Valperga, dove oggi si conserva un...

Leggi tutto
Il labirinto, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
Il labirinto settecentesco

Un ‘rompicapo’ di siepi tra i più grandi in Italia dove avventurarsi attraverso 2mila piante di carpini sagomate con minuziosa regolarità, divertendosi...

Leggi tutto
Caffetteria, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
Il Caffè panoramico

La deliziosa caffetteria sulla Terrazza degli Oleandri, dove rilassarsi gustando le specialità gastronomiche locali e ammirando l’eccezionale panorama...

Leggi tutto
Il Giardino dei Cipressi, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
Una giornata nel verde

Il lussureggiante Parco all’inglese dove passeggiare, correre, giocare, leggere o fare un pic-nic tra il monumentale viale alberato, i giardini all’italiana...

Leggi tutto
Rosa dei Venti del Castello di Masino, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
L'accessibilità

Il Castello e Parco di Masino è accessibile ai disabili cognitivi grazie al progetto "Bene FAI per tutti".

Leggi tutto
Questo luogo è uno dei Beni che il FAI ha restaurato con cura e aperto al pubblico, perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

Per mantenerlo intatto e curarlo in modo adeguato, questo luogo - come tutti gli altri salvati dal FAI - necessita di un’attenta manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, e periodici interventi di restauro. Inoltre, i costi di gestione che permettono l’apertura al pubblico sono significativi. Per questo abbiamo bisogno di un aiuto concreto da parte di chi, come noi, vuole mantenere vivi per sempre luoghi unici e speciali.

Ultime News

Attualità

I progetti per rendere i Beni FAI sempre più accessibili a tutti

2024-02-23

Oltre al progetto “Bene FAI per tutti” e “Sentire l’Arte”, la Fondazione ha intrapreso un progetto formativo biennale che ha come obiettivo ...

Attualità

Marzo 2024: i Beni del FAI sono aperti, ti aspettiamo!

2024-02-21

Sarà una primavera ricca di eventi e sorprese. In attesa delle Giornate FAI di Primavera scopri con noi i Beni aperti e programma la tua vis...

Attualità

Narcisi, tulipani, spiree: le fioriture nei giardini e nei parchi dei Beni FAI

2024-02-12

Con l’arrivo della primavera i giardini e i parchi dei Beni della Fondazione si accendono di colori: dal giallo dei narcisi al bianco delle ...

Attualità

Scopri i Beni del FAI aperti nel mese di febbraio

2024-01-23

Dal Piemonte alla Sicilia proteggiamo luoghi speciali da scoprire ogni giorno, anche a febbraio! Vieni a visitare ville, castelli, giardini ...

Ti potrebbero interessare

Castello della Manta

MANTA, CUNEO

Storie e miracoli della fontana della giovinezza nel Marchesato di Saluzzo

Collezione Enrico a Villa Flecchia

MAGNANO, BIELLA

Paesaggi d’arte in cima all’anfiteatro morenico della Serra d’Ivrea
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te