ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
VILLA SULTANA, PRIMO CASINO D'ITALIA

VILLA SULTANA, PRIMO CASINO D'ITALIA

OSPEDALETTI, IMPERIA

52°

POSTO

2,389

VOTI 2022
Condividi
VILLA SULTANA, PRIMO CASINO D'ITALIA

Villa "La Sultana", immersa in un lussureggiante parco di circa 14.000 metri quadri e ricco di piante d’alto fusto, palmizi e di essenze di grande pregio botanico, sorge nella zona centrale di Ospedaletti a monte del borgo marinaro con accesso da Corso Regina Margherita e a circa 250 metri dal mare. Iniziata nel 1883, venne completata l’anno seguente per opera dell’arch. S.M. Biasini di Nizza (1841-1913). Villa "La Sultana" fu concepita come luogo ricreativo, nel quale l’aristocrazia di tutta Europa ed in particolare quella orientale, potevano ritrovarsi per giocare e divertirsi attorno ai tavoli verdi o per conversare sugli argomenti più diversi al circolo. Villa La Sultana, su licenza rilasciata dal Sotto Prefetto di Sanremo, ospitò così il primo Casinò d’Italia dal 1884, anno della sua inaugurazione, sino al 1905, quando la Società che lo gestiva cedette la licenza alla città di Sanremo. Da allora continuò solo come circolo privato, frequentata da un turismo di eccellenza sino a quando i venti di guerra nell’agosto del 1914 posero fine alla “Belle Epoque”. All’inizio della II guerra mondiale, già chiusa da anni, la Villa ospitò reparti militari sino alla conclusione del conflitto. Successivamente subì alcune trasformazioni e venne adibita a residenza privata sino alla fine degli anni ’50. Rimasta vuota e disabitata è stata abbandonata al suo destino fatto di incuria e decadenza.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

5,948° Posto

14 Voti
Censimento 2016

2,912° Posto

21 Voti
Censimento 2014

2,578° Posto

11 Voti
Censimento 2006

1,146° Posto

3 Voti
Censimento 2004

241° Posto

10 Voti
Censimento 2003

191° Posto

7 Voti

Questo luogo è sostenuto da:

AMICI DI VILLA SULTANA

Vota altri luoghi vicini

1,686°
36 voti

Area urbana, piazza

PAESE DI OSPEDALETTI

OSPEDALETTI, IMPERIA

3,079°
22 voti

Palazzo storico, dimora storica

ASILO INFANTILE PRINCIPE LUBOMIRSKY

OSPEDALETTI, IMPERIA

6,648°
13 voti

Costa, area marina, spiaggia

BAIA VERDE

OSPEDALETTI, IMPERIA

Vota altri luoghi simili

13°
5,984 voti

Edificio civile

CIRCOLO COMBATTENTI E REDUCI

MILANO

91°
1,290 voti

Edificio civile

I.T.T. "ALTAMURA-DA VINCI" DI FOGGIA

FOGGIA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

VILLA SULTANA, PRIMO CASINO D'ITALIA

OSPEDALETTI, IMPERIA

Condividi
VILLA SULTANA, PRIMO CASINO D'ITALIA
Villa "La Sultana", immersa in un lussureggiante parco di circa 14.000 metri quadri e ricco di piante d’alto fusto, palmizi e di essenze di grande pregio botanico, sorge nella zona centrale di Ospedaletti a monte del borgo marinaro con accesso da Corso Regina Margherita e a circa 250 metri dal mare. Iniziata nel 1883, venne completata l’anno seguente per opera dell’arch. S.M. Biasini di Nizza (1841-1913). Villa "La Sultana" fu concepita come luogo ricreativo, nel quale l’aristocrazia di tutta Europa ed in particolare quella orientale, potevano ritrovarsi per giocare e divertirsi attorno ai tavoli verdi o per conversare sugli argomenti più diversi al circolo. Villa La Sultana, su licenza rilasciata dal Sotto Prefetto di Sanremo, ospitò così il primo Casinò d’Italia dal 1884, anno della sua inaugurazione, sino al 1905, quando la Società che lo gestiva cedette la licenza alla città di Sanremo. Da allora continuò solo come circolo privato, frequentata da un turismo di eccellenza sino a quando i venti di guerra nell’agosto del 1914 posero fine alla “Belle Epoque”. All’inizio della II guerra mondiale, già chiusa da anni, la Villa ospitò reparti militari sino alla conclusione del conflitto. Successivamente subì alcune trasformazioni e venne adibita a residenza privata sino alla fine degli anni ’50. Rimasta vuota e disabitata è stata abbandonata al suo destino fatto di incuria e decadenza.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2003, 2004, 2006, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te