Giornate FAI di Primavera
Sabato 23 e domenica 24 marzo 2024
VILLA DEI VESCOVI

VILLA DEI VESCOVI

LUVIGLIANO DI TORREGLIA, PADOVA

Vuoi partecipare a una iniziativa speciale? Clicca qui
Condividi
VILLA DEI VESCOVI
Loading

Questo sito ha beneficiato di un contributo del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale per il restauro del muro di cinta della Villa.


In caso di particolare affluenza l’ingresso al luogo potrebbe non essere garantito.

Tra il verde di una campagna veneta rimasta intatta, spicca su un poggio dei Colli Euganei Villa dei Vescovi, un monumento importante nel panorama delle ville venete, che introduce in queste terre il gusto per la classicità e gli echi rinascimentali romani, anticipando così l'estetica del Palladio.

Il concepimento dell'opera fu affidato nel primo ‘500 ad Alvise Cornaro dal Vescovo di Padova, che qui individuò la sede per un circolo intellettuale raccolto attorno al valore del paesaggio e al suo ruolo di stimolo verso riflessioni e pensieri elevati, elementi indispensabili per governare bene. Progettata su questi ideali dall'architetto veronese Falconetto con una concezione rigidamente geometrica, la Villa fu oggetto di successivi interventi di Giulio Romano e si presenta come un raffinato esperimento della cultura umanista in cui architettura, arte e paesaggio giocano fra loro in continui rimandi visivi negli spazi delle logge e delle terrazze per realizzare il benessere dell'uomo.

Avvicinandosi alla Villa, una distesa di vigneti lascia il posto alle geometrie verdeggianti del brolo, poi la bellezza del paesaggio reale torna a rispecchiarsi nei panorami idealizzati delle logge e degli interni interamente affrescati dal pittore fiammingo Lambert Sustris. La vocazione originaria di luogo capace di ispirare ed elevare lo spirito sopravvive ancora oggi: l'invito infatti è quello di godere di Villa dei Vescovi prendendosi il tempo per trascorrervi una giornata di ozio creativo o per soggiornare nella sua residenza di charme, assaporando i benefici della sua rasserenante atmosfera.

COSA SCOPRIRETE DURANTE LE GIORNATE FAI?

Durante le Giornate FAI di Primavera 2024, sarà possibile partecipare alle visite guidate che portano i visitatori a scoprire la storia di Villa dei Vescovi, attraverso un percorso che parte dal suo legame con il paesaggio naturale circostante per arrivare a scoprire le particolarità architettoniche e pittoriche i vari cicli ad affresco, oppure passeggiare insieme ai nostri giardinieri nel Brolo, il Parco Agricolo che circonda la Villa, per scoprirne natura e segreti. Domenica 24 marzo sono previste anche quattro speciali visite guidate con il Direttore di Villa dei Vescovi, Alessandro Armani, che condurrà i visitatori alla scoperta degli interni della villa narrandone storie inedite, aneddoti particolari, approfondimenti sulla gestione di un Bene unico nel territorio padovano. Per gli iscritti FAI saranno inoltre previste speciali Visite al frutteto privato della Contessa Olcese in compagnia dei nostri Volontari.

Testo scritto da FAI Villa dei Vescovi

Iniziative speciali

Sabato 23 e domenica 24 marzo 2024
Passeggiate nel Brolo: in occasione delle Giornate FAI di Primavera sarà anche possibile partecipare alle visite speciali al vasto parco agricolo di Villa dei Vescovi, il "brogilus". Un'occasione unica per scoprirne la storia, le particolarità botaniche e la gestione agricola odierna e passata della villa. Le visite saranno proposte alle ore 10, 12, 14, 16 di entrambe le giornate. Ingresso con contributo consigliato 5€.
Visite speciali con il Direttore: Domenica 24 marzo, alle ore 11, 12, 15 e 17, sarà possibile partecipare a visite guidate speciali con il Direttore di Villa dei Vescovi, Alessandro Armani, che condurrà i visitatori alla scoperta degli interni della villa narrandone storie inedite e approfondendo aspetti relativi alla gestione di un Bene FAI. Ingresso con contributo consigliato 10€.
Per gli iscritti FAI: speciali visite al frutteto privato della Contessa con degli accompagnatori d'eccezione, i Volontari della Villa.

Visite a cura di

Cooperativa Idee Verdi, Apprendisti Ciceroni dell'Istituto di Istruzione Superiore Pietro Scalcerle e staff di Villa dei Vescovi.

Aperture vicine

VILLA DA PONTE (ORA VERGERIO)

CADONEGHE, PADOVA

ORATORIO SAN ROCCO

PADOVA

CASA CONTI

PADOVA

L'EX FORO BOARIO - UN PASSATO DA RISCOPRIRE

PADOVA

IL MUSEO ANTONIANO E L'ISOLA DEI FRATI

PADOVA

Vuoi saperne di più su questo luogo?
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
VILLA DEI VESCOVI | ph. Fabio Santagiuliana | © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Villa dei Vescovi

Il Rinascimento sui Colli Euganei

English Version
Condividi
Villa dei Vescovi

tipologia

Bene aperto al pubblico

contatti

049 9930473
faivescovi@fondoambiente.it

Una raffinata villa di inizio Cinquecento ispirata ai temi della classicità e circondata dal paesaggio dei Colli Euganei che dialoga con gli affreschi dei suoi ambienti, creando un’armoniosa fusione tra natura, arte e architettura, tra realtà e illusione.

Donata al FAI da Maria Teresa Olcese Valoti e Pierpaolo Olcese, nel 2005

READ THE ENGLISH VERSION

Tra il verde di una campagna veneta rimasta intatta, spicca su un poggio dei Colli Euganei Villa dei Vescovi, un monumento importante nel panorama delle ville venete, che introduce in queste terre il gusto per la classicità e gli echi rinascimentali romani, anticipando così l'estetica del Palladio.

Il concepimento dell’opera fu affidato nel primo ‘500 al nobiluomo Alvise Cornaro dal Vescovo di Padova, che qui individuò la sede per un circolo intellettuale raccolto attorno al valore del paesaggio e al suo ruolo di stimolo verso riflessioni e pensieri elevati, elementi indispensabili per governare bene. Progettata su questi ideali dall’architetto veronese Falconetto con una concezione rigidamente geometrica, la Villa fu oggetto di successivi interventi di Giulio Romano e si presenta come un raffinato esperimento della cultura umanista in cui architettura, arte e paesaggio giocano fra loro in continui rimandi visivi negli spazi delle logge e delle terrazze per realizzare il benessere dell’uomo.

Avvicinandosi alla Villa, una distesa di vigneti lascia il posto alle geometrie verdeggianti del brolo, poi la bellezza del paesaggio reale torna a rispecchiarsi nei panorami idealizzati delle logge e degli interni interamente affrescati dal pittore fiammingo Lambert Sustris. La vocazione originaria di luogo capace di ispirare ed elevare lo spirito sopravvive ancora oggi: l’invito infatti è quello di godere di Villa dei Vescovi prendendosi il tempo per trascorrervi una giornata di ozio creativo o per soggiornare nella sua residenza di charme, assaporando i benefici della sua rasserenante atmosfera.

Leggi tutto
Loading

Da non perdere

Ozio creativo, VILLA DEI VESCOVI, TORREGLIA (PD )
L'ozio creativo

L’uso libero degli spazi interni e delle aree verdi per vivere occasioni di ozio creativo: dalla lettura sui divani delle logge panoramiche, allo yoga...

Leggi tutto
Residenza di charme
La residenza di charme

Un soggiorno fuori dal tempo in una delle due romantiche mansarde, ottimo punto di partenza per passeggiate naturalistiche, anche a cavallo, visite culturali,...

Leggi tutto
Vendemmia in Villa, VILLA DEI VESCOVI, TORREGLIA (PD )
La villa per i piccoli

Attività all’aria aperta, cacce al tesoro, letture animate, "Magico Autunno", “Villa dei fantasmi”, “Il Natale dei piccoli” ma anche aree dedicate ai...

Leggi tutto
Villa dei Vescovi, VILLA DEI VESCOVI, TORREGLIA (PD )
L'accessibilità

Villa dei Vescovi è accessibile ai disabili intellettivi grazie al progetto "Bene FAI per tutti".

Leggi tutto
Un ambiente per l'Ambiente a Villa dei Vescovi
Un ambiente per l’Ambiente

Un nuovo spazio multimediale a Villa dei Vescovi racconta, con la voce narrante di Marco Paolini, il valore del paesaggio nel passato, nel presente e...

Leggi tutto
Questo luogo è uno dei Beni che il FAI ha restaurato con cura e aperto al pubblico, perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

Per mantenerlo intatto e curarlo in modo adeguato, questo luogo - come tutti gli altri salvati dal FAI - necessita di un’attenta manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, e periodici interventi di restauro. Inoltre, i costi di gestione che permettono l’apertura al pubblico sono significativi. Per questo abbiamo bisogno di un aiuto concreto da parte di chi, come noi, vuole mantenere vivi per sempre luoghi unici e speciali.

Ultime News

Eventi

Appuntamenti: dai vini dei Colli Euganei all’artigianato salentino

2024-04-08

Progetti per il fine settimana del 25 aprile? Da nord a sud ti proponiamo tre imperdibili appuntamenti per tutta la famiglia alla scoperta d...

Attualità

Giornata Mondiale dell’Acqua: una nuova cultura della misura

2024-03-22

Attraverso le sue buone pratiche il FAI vuole promuovere un modello di gestione più resiliente, efficiente e sostenibile della risorsa idric...

Eventi

Vivi aprile nei Beni del FAI: scopri tutti gli appuntamenti del mese

2024-03-20

Arriva la primavera del FAI: i grandi eventi da non perdere in aprile, gite di Pasquetta, mercatini e degustazioni… tantissimi appuntamenti ...

Attualità

«Io mi fido della Fondazione, per questo ho deciso di adottare venti Beni FAI!»

2024-03-15

Marco P. abita a Cesena (FC), è medico e sostiene il FAI da oltre vent’anni. Fra le storie dei grandi donatori della Fondazione, la sua è da...

Ti potrebbero interessare

Castello di Avio

SABBIONARA D'AVIO, TRENTO

Una roccaforte all’ingresso del Trentino

Monte Fontana Secca

QUERO VAS, BELLUNO

Un alpeggio con malga sul Massiccio del Monte Grappa
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te