ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
EREMI DELL' ABBAZIA DI SANTA MARIA DI PULSANO

EREMI DELL' ABBAZIA DI SANTA MARIA DI PULSANO

MONTE SANT ANGELO, FOGGIA

812°

POSTO

81

VOTI 2022
Condividi
EREMI DELL' ABBAZIA DI SANTA MARIA DI PULSANO
Costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno, inserita in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri, l'Abbazia è stata nei secoli luogo di monaci, anacoreti e cenobiti che si sono dedicati alla contemplazione e all'ascesi. Intorno all'edificio si trovano numerosi eremi (per ora ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili. Gli eremiti che abitavano queste celle erano senz'altro in comunicazione tra di loro, dal momento che alcuni eremitaggi erano dedicati alla vita comunitaria (di culto e di abitazione) e al lavoro collettivo (un eremo è stato persino adibito a mulino); inoltre gli eremi - alcuni dei quali sono affrescati - sono collegati da una rete di sentieri e scalinate e da una vera e propria rete idrica di canali scavati nella roccia per convogliare le acque. Il sito ha visto incursioni saracene e il passaggio di diversi ordini monastici fino all'abbandono nel 1969, che ha portato a un progressivo degrado degli eremi e a un processo di grave depauperamento artistico dell'Abbazia, a causa di furti di ignoti e atti vandalici. Nel 1997, la chiesa abbaziale è stata riaperta al culto pubblico e vi è stata fondata la comunità monastica di Pulsano. Oggi i monaci con costanza e passione si prendono cura degli eremi e ne garantiscono - laddove possibile data l'ubicazione non sempre di facile accesso - la fruizione; gli eremi sono però numerosi e alcuni necessitano di interventi mirati di recupero e manutenzione. Grazie alla mobilitazione messa in atto dai monaci, gli Eremi hanno raggiunto il primo posto al 5° censimento I Luoghi del Cuore del 2008, grazie alla raccolta di 34.118 segnalazioni.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

eremi dell' abbazia di santa maria di pulsano

5° censimento nazionale del FAI
Anno
2010
Voti
34,118
Progetto
Valorizzazione
Stato
Concluso

IL BENE
Il luogo è stato scelto non solo per l'enorme numero di segnalazioni che ha ricevuto, che sono giunte da cittadini di tutta Italia, ma anche per la sua unicità e peculiarità: gli eremi di Pulsano esprimono infatti il perfetto connubio tra natura, arte e spirito in uno scenario incontaminato. Si sottolineano inoltre l'antichità dell'insediamento, voluto dal papa-monaco San Gregorio Magno nel VI secolo, e il forte legame che intercorre tra il luogo e il suo Territorio: la storia degli eremi non è solo quella dei diversi ordini monastici che vi si sono insediati ma è anche quella dei cittadini che, con la loro opera di volontariato, si sono attivati con passione per salvare il luogo che amano.

PROGETTO SOSTENUTO
A seguito del censimento l’emergenza degli Eremi di Pulsano è stata portata all’attenzione nazionale e il risultato raggiunto con "I Luoghi del Cuore" ha condotto a un dialogo con gli enti territoriali per il recupero e la valorizzazione del bene. Grazie a un finanziamento di 500.000 euro da parte della Provincia di Foggia, al quale si è aggiunto un contributo di 30.000 euro stanziato dal FAI e da Intesa Sanpaolo nell’ambito del progetto "I Luoghi del Cuore" è stato promosso un intervento di valorizzazione degli eremi e di riqualificazione dei principali sentieri di accesso.
La Provincia di Foggia, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, ha realizzato un intervento di riqualificazione dei tre sentieri principali che conducono agli eremi più vicini all’abbazia. Il contributo "I Luoghi del Cuore" ha permesso di attuare, con la collaborazione del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia e della Società Archeologica srl i rilievi a laser scanner di un nucleo di sette eremi, situati nei pressi dell’abbazia e individuati come particolarmente significativi. Tale studio è risultato fondamentale per avere uno stato di fatto di questi luoghi, prima d’ora inesistente, e costituisce la premessa per futuri interventi di restauro degli antri.
Inoltre, grazie alla collaborazione scientifica dell’Università, il FAI ha realizzato la cartellonistica didattica lungo i tre sentieri riqualificati dalla Provincia, che illustra le ricchezze storiche, artistiche e naturali dell’itinerario.

 

CONTRIBUTO: 30.000 €

Ultime News

I Luoghi del Cuore, sempre più beni recuperati

2013-09-25

Continuano i successi de I Luoghi del Cuore, il Censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI in collaborazione con Int...
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2010

1° Posto

34,118 Voti
Censimento 2020

926° Posto

207 Voti
Censimento 2018

670° Posto

160 Voti
Censimento 2016

1,030° Posto

57 Voti
Censimento 2014

375° Posto

193 Voti
Censimento 2012

408° Posto

39 Voti
0

Vota altri luoghi vicini

9,875°
10 voti

Area naturale

CHIANCAMASITTO

MONTE SANT ANGELO, FOGGIA

13,072°
7 voti

Chiesa

CHIESA MADONNA DELLA PACE

MONTE SANT ANGELO, FOGGIA

18,893°
4 voti

Chiesa

CHIESETTA DI SAN MATTIA

MONTE SANT ANGELO, FOGGIA

Vota altri luoghi simili

46°
2,750 voti

Eremo

EREMO DI SANTA CATERINA DEL SASSO BALLARO

LEGGIUNO, VARESE

387°
190 voti

Eremo

EREMO DI SANT'ONOFRIO AL MORRONE

SULMONA, L'AQUILA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

EREMI DELL' ABBAZIA DI SANTA MARIA DI PULSANO

MONTE SANT ANGELO, FOGGIA

Condividi
EREMI DELL' ABBAZIA DI SANTA MARIA DI PULSANO
Costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno, inserita in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri, l'Abbazia è stata nei secoli luogo di monaci, anacoreti e cenobiti che si sono dedicati alla contemplazione e all'ascesi. Intorno all'edificio si trovano numerosi eremi (per ora ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili. Gli eremiti che abitavano queste celle erano senz'altro in comunicazione tra di loro, dal momento che alcuni eremitaggi erano dedicati alla vita comunitaria (di culto e di abitazione) e al lavoro collettivo (un eremo è stato persino adibito a mulino); inoltre gli eremi - alcuni dei quali sono affrescati - sono collegati da una rete di sentieri e scalinate e da una vera e propria rete idrica di canali scavati nella roccia per convogliare le acque. Il sito ha visto incursioni saracene e il passaggio di diversi ordini monastici fino all'abbandono nel 1969, che ha portato a un progressivo degrado degli eremi e a un processo di grave depauperamento artistico dell'Abbazia, a causa di furti di ignoti e atti vandalici. Nel 1997, la chiesa abbaziale è stata riaperta al culto pubblico e vi è stata fondata la comunità monastica di Pulsano. Oggi i monaci con costanza e passione si prendono cura degli eremi e ne garantiscono - laddove possibile data l'ubicazione non sempre di facile accesso - la fruizione; gli eremi sono però numerosi e alcuni necessitano di interventi mirati di recupero e manutenzione. Grazie alla mobilitazione messa in atto dai monaci, gli Eremi hanno raggiunto il primo posto al 5° censimento I Luoghi del Cuore del 2008, grazie alla raccolta di 34.118 segnalazioni.
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2010, 2012, 2014, 2016, 2018, 2020

News

Campagne

I Luoghi del Cuore, sempre più beni recuperati

2013-09-25

Continuano i successi de I Luoghi del Cuore, il Censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI in collaborazione con Int...
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te