Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
BORGO E CASTELLO DI NOZZANO

BORGO E CASTELLO DI NOZZANO

LUCCA

854°

POSTO

13

VOTI 2020
Condividi
BORGO E CASTELLO DI NOZZANO
Situato a corona di un rilievo roccioso, gia' questo di per se' una rarita' nella zona della piana di Lucca, nella frazione Castello di Nozzano, ancora oggi si erge un borgo fortificato, da taluni attribuito alla contessa Matilde di Canossa, anche se non abbiamo documenti che lo confermino ma e' certo che la Grancontessa e' stata di frequente in questa zona, dalla quale peraltro proveniva la sua Famiglia con il padre Bonifacio, longobardo, quando si recava a Lucca a conferire con il Vescovo Alessandro III, ecclesiastico della Famiglia dei Canossa oppure transitava in viaggio verso Roma per incontrare il Papa Gregorio VII. Di questo borgo si hanno notizie sin dal IX secolo, fortificato dai Lucchesi, ossia da Castruccio Castracani, Signore di Lucca, che lo volle e realizzo' cosi' come oggi lo si vede ancora, circa il 1320, per difendere il territorio dall'attacco pisano: difatti, sulla sponda opposta del fiume, sorge la corrispondente fortificazione pisana, la Rocca di Ripafratta con le sue torri di avvistamento. Il Castello fu attaccato e distrutto varie volte nel corso del XII e XIII secolo: su una lapide posta all'interno della porta di accesso si legge la data 1395 come anno in cui fu ricostruito l'ultima volta. Il Castello è formato da un circuito murario ellittico munito di torri e con una unica porta di accesso, con al centro una costruzione di forma poligonale, la Rocca, con alte mura merlate e con le sue torri di avvistamento. Faceva parte del grande sistema di comunicazione realizzato dalla Repubblica di Lucca nel tardo 1500 e chiamato l'Occhio di Lucca.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

854° Posto

13 Voti
Censimento 2018

4,586° Posto

18 Voti
Censimento 2016

4,133° Posto

15 Voti
Censimento 2014

1,974° Posto

16 Voti
Censimento 2012

5,264° Posto

3 Voti
Censimento 2010

4,353° Posto

1 Voti

Scopri altri luoghi vicini

364°
757 voti

Edificio civile

EX OSPEDALE PSICHIATRICO MAGGIANO

LUCCA

862°
5 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI COTONE

LUCCA

812°
55 voti

Castello, rocca

ROCCA DI RIPAFRATTA

RIPAFRATTA, PISA

864°
3 voti

Borgo

AVANE

AVANE, PISA

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

BORGO E CASTELLO DI NOZZANO

LUCCA

Condividi
BORGO E CASTELLO DI NOZZANO
Situato a corona di un rilievo roccioso, gia' questo di per se' una rarita' nella zona della piana di Lucca, nella frazione Castello di Nozzano, ancora oggi si erge un borgo fortificato, da taluni attribuito alla contessa Matilde di Canossa, anche se non abbiamo documenti che lo confermino ma e' certo che la Grancontessa e' stata di frequente in questa zona, dalla quale peraltro proveniva la sua Famiglia con il padre Bonifacio, longobardo, quando si recava a Lucca a conferire con il Vescovo Alessandro III, ecclesiastico della Famiglia dei Canossa oppure transitava in viaggio verso Roma per incontrare il Papa Gregorio VII. Di questo borgo si hanno notizie sin dal IX secolo, fortificato dai Lucchesi, ossia da Castruccio Castracani, Signore di Lucca, che lo volle e realizzo' cosi' come oggi lo si vede ancora, circa il 1320, per difendere il territorio dall'attacco pisano: difatti, sulla sponda opposta del fiume, sorge la corrispondente fortificazione pisana, la Rocca di Ripafratta con le sue torri di avvistamento. Il Castello fu attaccato e distrutto varie volte nel corso del XII e XIII secolo: su una lapide posta all'interno della porta di accesso si legge la data 1395 come anno in cui fu ricostruito l'ultima volta. Il Castello è formato da un circuito murario ellittico munito di torri e con una unica porta di accesso, con al centro una costruzione di forma poligonale, la Rocca, con alte mura merlate e con le sue torri di avvistamento. Faceva parte del grande sistema di comunicazione realizzato dalla Repubblica di Lucca nel tardo 1500 e chiamato l'Occhio di Lucca.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2010, 2012, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te