ISCRIVITI AL FAI
Appuntamenti: dai vini dei Colli Euganei all’artigianato salentino

Appuntamenti: dai vini dei Colli Euganei all’artigianato salentino

Condividi
Appuntamenti: dai vini dei Colli Euganei all’artigianato salentino
Appuntamenti

11 aprile 2023

Progetti per il ponte della Liberazione? Da nord a sud ti proponiamo imperdibili appuntamenti per tutta la famiglia alla scoperta delle nostre tradizioni attraverso degustazioni, mercatini, laboratori e visite guidate.

Con l’arrivo della primavera non mancano gli eventi organizzati all’interno dei nostri Beni. In particolare nel fine settimana di sabato 22, domenica 23, lunedì 24 e martedì 25 aprile segnaliamo speciali appuntamenti alla scoperta delle tradizioni agricole, artigianali ed enogastronomiche del territorio italiano.

A Villa dei Vescovi (PD) la seconda edizione di “Vinum Euganeum”

Per chi ama il vino, ma non solo, sabato 22 e domenica 23 aprile, nella corte all’italiana di Villa dei Vescovi, a Luvigliano di Torreglia (PD), presentiamo la seconda edizione di Vinum Euganeum: eccellenze enologiche in villa in collaborazione con la Strada del Vino dei Colli Euganei.

Per due giorni, venti cantine dei Colli Euganei proporranno negli splendidi spazi della corte di questa raffinata villa di inizio Cinquecento le loro eccellenze enologiche selezionate dai sommelier di Slow Wine, Il Gambero Rosso, AIS Veneto e L’Espresso.

Sarà un’opportunità speciale per scoprire un territorio unico come quello dei Colli Euganei, nel quale la villa del FAI è immersa, e degustare i tre migliori vini di ciascuna cantina e acquistarne i prodotti. Durante tutto il fine settimana sono in programma momenti di approfondimento, masterclass e la presentazione delle guide enologiche di riferimento.

Per maggiori informazioni clicca qui

“Herbarium”

Da domenica 23 a martedì 25 aprile il complesso monumentale del Monastero di Torba – originariamente roccaforte difensiva romana e longobarda, divenuto dall’VIII secolo centro religioso con l’insediamento delle monache benedettine e oggi parte di un parco archeologico dichiarato Patrimonio Mondiale dell’UNESCO – ospiterà la terza edizione di Herbarium.

In coerente continuità con lo spirito e la storia del luogo e con le attività legate alla coltivazione di erbe medicinali e aromatiche che per secoli si sono svolte al monastero, durante l’evento saranno in programma speciali visite guidate e passeggiate etnobotaniche volte al riconoscimento di erbe e piante del bosco, laboratori per adulti e bambini e workshop artistici. Si terranno, inoltre, conferenze e incontri di approfondimento di taglio scientifico e storico, mentre espositori provenienti dal Varesotto e dalla Lombardia, dal Piemonte, dalla Valle d’Aosta e anche dal Sud Italia proporranno in vendita piante da seme e da talea, prodotti cosmetici e oli essenziali, tisane, infusi e liquori.

Per maggiori informazioni clicca qui

Domenica 23 aprile anche il Castello di Avio, la roccaforte all'ingresso del trentino donata al FAI dal Emanuela di Castelbarco Pindemonte Rezzonico, nel 1977, ospita la sua prima edizione di Herbarium.

Il programma è ricco e prevede una mostra mercato, visite guidate speciali e vari laboratori pratici e creativi per adulti e bambini e imparare a realizzare una "bomba di semi", il sale aromatico, un piccolo orto per il balcone di casa, e anche sperimentare la tecnica del disegno botanico.

Per maggiori informazioni clicca qui

La tradizionale fiera agricola “Lu Panieri” dell’Abbazia di Cerrate (LE)

Domenica 23 e lunedì 24 aprile l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce ospita la Festa della Madonna, strettamente legata alla tradizionale fiera agricola Lu Panieri che sin dal Medioevo rappresenta per i leccesi e gli abitanti dei comuni limitrofi un tassello della loro storia, un ricordo di infanzia, una tradizione del passato tornata a rivivere grazie al FAI.

Lu Panieri è storicamente un piccolo mercato di “ciambelle, giocattoli, stoviglie, frutta secca e fresca e minuterie varie”, come riporta lo storico e patriota salentino Sigismondo Castromediano, che oggi si apre all’artigianato, agli antichi mestieri e ai prodotti del territorio: dall'impagliatore di sedie alla ricamatrice, dai produttori di manufatti in ceramica, legno d’ulivo e pietra leccese ai cibi tipici della cucina “povera” salentina. Terrecotte artistiche, giocattoli in legno, cesti in giunco, preziose creazioni realizzate al telaio o al tombolo, gioielli in pizzo, ceramiche e luminarie salentine; e ancora prodotti agricoli e delizie locali, dolci e salate, come gli oli, i taralli, la tipica marinatura detta “scapece”, le pucce con le olive e i pasticciotti: sono solo alcuni dei prodotti che si potranno assaggiare e acquistare durante la fiera che si svolgerà all’interno delle mura del complesso abbaziale.

Dal 2018, anno in cui si sono conclusi i lavori di restauro, il FAI ripropone questa grande festa del territorio anche con la celebrazione della Santa Messa, che quest’anno si terrà domenica 23 aprile alle ore 9:00 e sarà presieduta da Monsignor Luigi Manca, Vicario Generale della Diocesi di Lecce.

Per maggiori informazioni clicca qui

News correlate

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te