ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
SANTUARIO DI SANTA LUCIA

SANTUARIO DI SANTA LUCIA

VILLANOVA MONDOVI', CUNEO

1,374°

POSTO

30

VOTI 2022
Condividi
SANTUARIO DI SANTA LUCIA
Il Santuario è situato a 100 m dal livello stradale, a strapiombo sulla provinciale che collega i comuni di Villanova e Roccaforte, in un territorio caratterizzato da un sistema carsico-ipogeo che ha la sua massima manifestazione nella grotta dei Dossi. É realizzato all’interno e a ridosso di una grotta naturale ed è strutturato in tre parti: la grotta-Santuario del XV secolo, un edificio detto «l'Ospizio» risalente all'inizio del XVI secolo, e la parte ottocentesca detta «Opera Pia Bernardi». Due cappelle barocche dedicate alla Madonna Addolorata e allo Spirito Santo si interpongono tra le strutture del complesso. Costruito a seguito di un fatto miracoloso, in passato il santuario fu oggetto di grande venerazione e tuttora si ritiene che l'acqua che stilla dalla grotta sia miracolosa per la cura degli occhi. Fu anche un importante punto di riferimento per la lotta partigiana, fungendo da punto d'accoglienza per i feriti e sede della tipografia clandestina gestita dal «prete dei ribelli» Don Bruno. Già segnalato al censimento 2014, il comitato spontaneo ha presentato al Bando lanciato dal FAI nel 2015 la richiesta di un’istruttoria che intendeva sollecitare la Regione Piemonte ad apporre un vincolo paesaggistico sul Santuario di Santa Lucia e i suoi immediati dintorni. E’ di questi ultimi giorni la notizia che la Giunta Regionale ha finalmente accolto con parere positivo la richiesta di tutela dal punto di vista monumentale-paesaggistico del territorio del Momburgo, compreso nei comuni di Roccaforte e Villanova, presentata grazie al lavoro degli uffici del FAI. Nonostante questo successo il comitato ha nuovamente segnalato il bene per mantenere alta l’attenzione sul problema principale di quest’area: l’attività della cava e la dismissione della stessa.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

santuario di santa lucia

7° censimento nazionale del FAI
Anno
2014
Voti
1,905
Progetto
Istruttoria
Stato
Concluso

IL BENE
Percorrendo la provinciale che collega i comuni di Villanova e Roccaforte è impossibile non notare il suggestivo Santuario di Santa Lucia, che arrampicato alla roccia si affaccia a strapiombo sul livello stradale sottostante. In un territorio caratterizzato da un ricco sistema di grotte di origine carsica, tra cui la spettacolare Grotta dei Dossi, il santuario sorge all’imboccatura di una cavità naturale e si articola in tre diverse strutture: l’antica grotta Santuario del XV secolo, l'Ospizio – che risale ai primi del XVI secolo – e la parte ottocentesca detta Opera Pia Bernardi. Due cappelle barocche dedicate alla Madonna Addolorata e allo Spirito Santo si aggiungono alle strutture del complesso. Costruito a seguito di un fatto miracoloso, il santuario fu sempre oggetto di grande venerazione e tuttora i fedeli ritengono che l'acqua che stilla dalla sua grotta abbia poteri taumaturgici per la cura degli occhi. Questo luogo fu anche un importante punto di riferimento per la lotta partigiana, fungendo da punto d'accoglienza per i feriti e da sede della tipografia clandestina gestita dal «prete dei ribelli», Don Bruno.

PROGETTO SOSTENUTO
Nel gennaio 2017 la Giunta Regionale ha accolto con parere positivo la richiesta di tutela dal punto di vista monumentale-paesaggistico del territorio del Momburgo, compreso nei comuni di Roccaforte e Villanova. Un importante passo avanti verso la tutela di un luogo particolarmente caro ai cittadini: l’accoglimento della richiesta consentirà di indirizzare i provvedimenti verso il ripristino dell’area occupata dalla cava evitando ulteriori estensioni, nel rispetto delle autorizzazioni già concesse. Finalmente si può avviare la tutela di un’area – quella del Momburgo – che ha una ricca vocazione storica, naturalistica e paesaggistica.

ISTRUTTORIA SENZA CONTRIBUTO

Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

598° Posto

376 Voti
Censimento 2018

169° Posto

2,916 Voti
Censimento 2016

131° Posto

2,340 Voti
Censimento 2014

168° Posto

1,905 Voti
Censimento 2012

1,819° Posto

7 Voti
0

Vota altri luoghi vicini

19,341°
3 voti

Area urbana, piazza

FRAZIONE DI MADONNA DEL PASCO

VILLANOVA MONDOVI, CUNEO

13,013°
4 voti

Chiesa

PIEVE DI SAN MAURIZIO

ROCCAFORTE MONDOVI, CUNEO

1,236°
33 voti

Chiesa

CHIESETTA DI SAN LORENZO

MONASTERO DI VASCO, CUNEO

Vota altri luoghi simili

5,479 voti

Santuario

SANTUARIO E CHIESA RUPESTRE DI SAN VITTORE M.

BREMBATE, BERGAMO

55°
1,435 voti

Santuario

SANTUARIO MADONNA DELLA GUARDIA

ORNAVASSO, VERBANO CUSIO OSSOLA

61°
1,214 voti

Santuario

SANTUARIO DELL'EREMITA

MALLARE, SAVONA

65°
1,147 voti

Santuario

SANTUARIO NOSTRA SIGNORA DEL DESERTO

MILLESIMO, SAVONA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

SANTUARIO DI SANTA LUCIA

VILLANOVA MONDOVI', CUNEO

Condividi
SANTUARIO DI SANTA LUCIA
Il Santuario è situato a 100 m dal livello stradale, a strapiombo sulla provinciale che collega i comuni di Villanova e Roccaforte, in un territorio caratterizzato da un sistema carsico-ipogeo che ha la sua massima manifestazione nella grotta dei Dossi. É realizzato all’interno e a ridosso di una grotta naturale ed è strutturato in tre parti: la grotta-Santuario del XV secolo, un edificio detto «l'Ospizio» risalente all'inizio del XVI secolo, e la parte ottocentesca detta «Opera Pia Bernardi». Due cappelle barocche dedicate alla Madonna Addolorata e allo Spirito Santo si interpongono tra le strutture del complesso. Costruito a seguito di un fatto miracoloso, in passato il santuario fu oggetto di grande venerazione e tuttora si ritiene che l'acqua che stilla dalla grotta sia miracolosa per la cura degli occhi. Fu anche un importante punto di riferimento per la lotta partigiana, fungendo da punto d'accoglienza per i feriti e sede della tipografia clandestina gestita dal «prete dei ribelli» Don Bruno. Già segnalato al censimento 2014, il comitato spontaneo ha presentato al Bando lanciato dal FAI nel 2015 la richiesta di un’istruttoria che intendeva sollecitare la Regione Piemonte ad apporre un vincolo paesaggistico sul Santuario di Santa Lucia e i suoi immediati dintorni. E’ di questi ultimi giorni la notizia che la Giunta Regionale ha finalmente accolto con parere positivo la richiesta di tutela dal punto di vista monumentale-paesaggistico del territorio del Momburgo, compreso nei comuni di Roccaforte e Villanova, presentata grazie al lavoro degli uffici del FAI. Nonostante questo successo il comitato ha nuovamente segnalato il bene per mantenere alta l’attenzione sul problema principale di quest’area: l’attività della cava e la dismissione della stessa.
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2012, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te