ORTO SUL COLLE DELL'INFINITO | ph. Dario Fusaro | © © FAI

Orto sul Colle dell'Infinito

Una "visita guidata" dentro la poesia "L'Infinito"

English Version
Condividi
Orto sul Colle dell'Infinito

tipologia

Bene aperto al pubblico

Dato in concessione nel 2017 dal Comune di Recanati, dal Centro Nazionale Studi Leopardiani e dal Centro Mondiale della Poesia e della Cultura "Giacomo Leopardi"

READ THE ENGLISH VERSION

A seguito dell’accordo firmato tra il Comune di Recanati, il FAI, il Centro Nazionale di Studi Leopardiani e il Centro Mondiale della Poesia e della Cultura ‘Giacomo Leopardi’, sono state affidate alla Fondazione la valorizzazione culturale e la gestione di una parte degli spazi del Centro Nazionale di Studi Leopardiani e di quella porzione del Colle conosciuta come Orto delle Monache.

L’obiettivo del FAI è stato quello di realizzare un progetto di valorizzazione e restauro che mettesse in relazione i due aspetti del Colle dell’Infinito: quello paesaggistico e quello filosofico e poetico.

A pochi passi dalla casa natale di Giacomo Leopardi, infatti, nell’orto dell’antico Monastero di S. Stefano, il poeta ambientò la celebre poesia L’Infinito. L’Orto sul Colle dell’Infinito è quindi il culmine di una vera e propria “visita guidata” dentro la poesia, che invita, tra proiezioni immersive e coinvolgenti esperienze, a riscoprire la storia, il significato e il valore universale di pochi versi, capolavoro della cultura italiana.

All'interno del percorso  i visitatori incontreranno una piccola camera di registrazione dove è possibile registrare la propria lettura de L’Infinito per poi condividerla sul portale web appositamente realizzato dal FAI  www.fainfinito.it  Il portale navigabile on line sarà una specie di opera collettiva intitolata alla lirica di Giacomo Leopardi.

Loading
Questo luogo è uno dei Beni che il FAI ha restaurato con cura e aperto al pubblico, perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

Per mantenerlo intatto e curarlo in modo adeguato, questo luogo - come tutti gli altri salvati dal FAI - necessita di un’attenta manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, e periodici interventi di restauro. Inoltre, i costi di gestione che permettono l’apertura al pubblico sono significativi. Per questo abbiamo bisogno di un aiuto concreto da parte di chi, come noi, vuole mantenere vivi per sempre luoghi unici e speciali.

Ultime News

Attualità

Giornata Mondiale dell’Ambiente: tornare a prendersi cura della terra

2024-05-27

La resilienza del carrubo in Sicilia, la riscoperta di antiche varietà di ortaggi resistenti alla siccità, il ripristino dei muretti a secco...

Eventi

Sabato 1 e domenica 2 giugno ti diamo “Appuntamento in giardino”

2024-05-23

Anche quest’anno il FAI aderisce ad “Appuntamento in giardino”, un'attività proposta dall'APGI - Associazione Parchi e Giardini d'Italia. Tr...

Eventi

Due fine settimana dedicati alle “Camminate nella biodiversità”

2024-05-14

In occasione della Giornata mondiale della biodiversità, 22 maggio, il FAI promuove per il secondo anno le “Camminate nella biodiversità”, c...

Attualità

Lo stato di salute degli insetti impollinatori indica la qualità degli habitat

2024-05-09

«Nei giardini dei Beni FAI vi è un’elevata attenzione alla biodiversità: piante, cespugli e alberi vengono scelti e piantumati per creare un...

Ti potrebbero interessare

Bosco di San Francesco

ASSISI, PERUGIA

L’altra metà di Assisi

Parco Villa Gregoriana

TIVOLI, ROMA

Uno scenario unico fra i templi romani e il fragore delle cascate di Tivoli
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te