ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "BENVENUTO CELLINI"

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "BENVENUTO CELLINI"

VALENZA, ALESSANDRIA

602°

POSTO

59

VOTI 2022
ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "BENVENUTO CELLINI"
L'ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “BENVENUTO CELLINI” di Valenza costituisce oggi una realtà all’avanguardia, articolata in diversi indirizzi di studio: Istituto tecnico economico, Liceo scientifico, linguistico, artistico ed è scuola polo per le provincie di Alessandria e Asti all’interno del PNSD. Valenza, fin dai primi anni del XIX secolo, ha visto sorgere e svilupparsi i primi laboratori orafi, frutto dell’intraprendenza di pochi, ma capaci e geniali, artigiani che ebbero immediatamente un notevole successo: già alla fine dell’‘800 l’attività orafa era una delle principali attività economiche della città. Lo sviluppo continuò impetuoso per giungere poi ad un’autentica esplosione nel secondo dopoguerra: Valenza diventò la più importante realtà orafa italiana. In questo contesto socioeconomico, così innovativo e dinamico, nacque una realtà scolastica unica in Italia. Già nel 1852 venne costituita, su iniziativa della locale società di Mutuo Soccorso Operai ed Artisti, una scuola di Disegno; corso affiancato nel 1872 da un altro analogo, ma serale, finanziato dal Comune. Il corso ebbe successo e rimase attivo per parecchi decenni; nel 1940 fu affiancato dalla scuola di Avviamento Professionale che, con corso triennale, formava i giovani che avrebbero proseguito il percorso in azienda. Nel 1945 venne costituita l’Associazione Orafa Valenzana che esprimerà fin dal 1947 l’esigenza della costituzione di una “scuola governativa di oreficeria”; nacque così nel 1950 l’Istituto Professionale di Oreficeria (I.P.O.) “Benvenuto Cellini”: unica scuola di oreficeria presente in Italia. Si trattava di un corso di studi ad indirizzo professionale specializzato con corsi pratici di oreficeria, cesello, incisione, gemmologia, per garantire, con manodopera qualificata, la continuità e lo sviluppo del settore; ebbe grande successo e ben presto entrarono a far parte del corpo docente autentici artisti. Nel 1952 partì, importantissimo, il corso di Gemmologia tenuto dalla professoressa Cavenago Bignami Moneta, fondatrice della scienza gemmologica in Italia. Nell’a.s. 1971/72 prese avvio l’Istituto Statale d’Arte Benvenuto Cellini, articolato in due indirizzi: Arte dei Metalli ed Oreficeria e Arte delle Pietre Dure e delle Gemme. Gli allievi aumentarono notevolmente, giungevano da tutta Italia e da altre parti del Mondo; da qui l’esigenza di istituire una nuova sede, quella attuale, inaugurata nel 1974 e che dal 1977/78 ospita anche il Liceo Scientifico, sorto in città nel 1969. L’applicazione della legge sul dimensionamento scolastico (fine anni Novanta) riunì poi le tre scuole secondarie superiori presenti sul territorio di Valenza in un unico Istituto: l’IIS “Benvenuto Cellini”; al suo interno nell’a.s. 2005/06 partì il corso sperimentale quadriennale del Liceo Artistico “Carlo Carrà”: quando la Riforma Gelmini, nel 2010 ha posto termine allo storico ISA, la tradizione artistica dell’Istituto ha trovato continuità nel Liceo Artistico quinquennale articolato nel corso di Arti Figurative e nel corso di Design. Lo spirito innovativo e l’apertura alla sfida e al cambiamento non si sono esauriti, ma rafforzati: l’Istituto Cellini è dal 2018 scuola polo nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, ha introdotto metodologie didattiche innovative come il Debate e la flipped classroom, ampiamente fondate sulla tecnologia digitale, ha istituito nuovi laboratori di Robotica e di Realtà Aumentata a fianco del modernissimo laboratorio di Scienze Naturali e Fisica, strumenti indispensabili all’interno dell’ampia offerta formativa dell’Istituto attualmente articolata nei corsi del Liceo Scientifico quinquennale e Liceo Scientifico quadriennale con curvatura bio-sanitaria, del Liceo Linguistico, del Liceo Artistico (indirizzi Design e Arti figurative) e dell’Istituto Tecnico Economico (indirizzi Amministrazione, finanza e marketing e Sistemi informativi aziendali). I tempi cambiano ma la sfida dell’Istituto Cellini continua.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Questo luogo è sostenuto da:

ANPI VALENZA SEZIONE - "DON ANDREA GALLO"

Vota altri luoghi vicini

18,420°
2 voti

Chiesa

CHIESA DELLA MADONNA ADDOLORATA

VALENZA, ALESSANDRIA

15,076°
3 voti

Giardino, parco urbano

GIARDINI DI LARGO MONTESSORI

VALENZA, ALESSANDRIA

17,579°
2 voti

Edificio civile

VILLAROSA-COMPLESSO ARCHITETTONICO

VALENZA, ALESSANDRIA

8,869°
5 voti

Chiesa

CHIESA DEL SANTO ROSARIO

PECETTO DI VALENZA, ALESSANDRIA

Vota altri luoghi simili

37°
1,103 voti

Altro

ROCCIAMELONE: SCRIGNO DI ARTE, NATURA, CULTURA E DEVOZIONE

MOMPANTERO, TORINO

122°
305 voti

Altro

SCUOLA AGRARIA "G. PAVONCELLI" CERIGNOLA

CERIGNOLA, FOGGIA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "BENVENUTO CELLINI"

VALENZA, ALESSANDRIA

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE "BENVENUTO CELLINI"
L'ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “BENVENUTO CELLINI” di Valenza costituisce oggi una realtà all’avanguardia, articolata in diversi indirizzi di studio: Istituto tecnico economico, Liceo scientifico, linguistico, artistico ed è scuola polo per le provincie di Alessandria e Asti all’interno del PNSD. Valenza, fin dai primi anni del XIX secolo, ha visto sorgere e svilupparsi i primi laboratori orafi, frutto dell’intraprendenza di pochi, ma capaci e geniali, artigiani che ebbero immediatamente un notevole successo: già alla fine dell’‘800 l’attività orafa era una delle principali attività economiche della città. Lo sviluppo continuò impetuoso per giungere poi ad un’autentica esplosione nel secondo dopoguerra: Valenza diventò la più importante realtà orafa italiana. In questo contesto socioeconomico, così innovativo e dinamico, nacque una realtà scolastica unica in Italia. Già nel 1852 venne costituita, su iniziativa della locale società di Mutuo Soccorso Operai ed Artisti, una scuola di Disegno; corso affiancato nel 1872 da un altro analogo, ma serale, finanziato dal Comune. Il corso ebbe successo e rimase attivo per parecchi decenni; nel 1940 fu affiancato dalla scuola di Avviamento Professionale che, con corso triennale, formava i giovani che avrebbero proseguito il percorso in azienda. Nel 1945 venne costituita l’Associazione Orafa Valenzana che esprimerà fin dal 1947 l’esigenza della costituzione di una “scuola governativa di oreficeria”; nacque così nel 1950 l’Istituto Professionale di Oreficeria (I.P.O.) “Benvenuto Cellini”: unica scuola di oreficeria presente in Italia. Si trattava di un corso di studi ad indirizzo professionale specializzato con corsi pratici di oreficeria, cesello, incisione, gemmologia, per garantire, con manodopera qualificata, la continuità e lo sviluppo del settore; ebbe grande successo e ben presto entrarono a far parte del corpo docente autentici artisti. Nel 1952 partì, importantissimo, il corso di Gemmologia tenuto dalla professoressa Cavenago Bignami Moneta, fondatrice della scienza gemmologica in Italia. Nell’a.s. 1971/72 prese avvio l’Istituto Statale d’Arte Benvenuto Cellini, articolato in due indirizzi: Arte dei Metalli ed Oreficeria e Arte delle Pietre Dure e delle Gemme. Gli allievi aumentarono notevolmente, giungevano da tutta Italia e da altre parti del Mondo; da qui l’esigenza di istituire una nuova sede, quella attuale, inaugurata nel 1974 e che dal 1977/78 ospita anche il Liceo Scientifico, sorto in città nel 1969. L’applicazione della legge sul dimensionamento scolastico (fine anni Novanta) riunì poi le tre scuole secondarie superiori presenti sul territorio di Valenza in un unico Istituto: l’IIS “Benvenuto Cellini”; al suo interno nell’a.s. 2005/06 partì il corso sperimentale quadriennale del Liceo Artistico “Carlo Carrà”: quando la Riforma Gelmini, nel 2010 ha posto termine allo storico ISA, la tradizione artistica dell’Istituto ha trovato continuità nel Liceo Artistico quinquennale articolato nel corso di Arti Figurative e nel corso di Design. Lo spirito innovativo e l’apertura alla sfida e al cambiamento non si sono esauriti, ma rafforzati: l’Istituto Cellini è dal 2018 scuola polo nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, ha introdotto metodologie didattiche innovative come il Debate e la flipped classroom, ampiamente fondate sulla tecnologia digitale, ha istituito nuovi laboratori di Robotica e di Realtà Aumentata a fianco del modernissimo laboratorio di Scienze Naturali e Fisica, strumenti indispensabili all’interno dell’ampia offerta formativa dell’Istituto attualmente articolata nei corsi del Liceo Scientifico quinquennale e Liceo Scientifico quadriennale con curvatura bio-sanitaria, del Liceo Linguistico, del Liceo Artistico (indirizzi Design e Arti figurative) e dell’Istituto Tecnico Economico (indirizzi Amministrazione, finanza e marketing e Sistemi informativi aziendali). I tempi cambiano ma la sfida dell’Istituto Cellini continua.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te