ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
IPPOVIA DEL GRAN SASSO

IPPOVIA DEL GRAN SASSO

GRAN SASSO D'ITALIA: TERAMO, PESCARA, L'AQUILA

745°

POSTO

122

VOTI 2020
IPPOVIA DEL GRAN SASSO
COMPLESSO DI TRATTURI COLLEGATI ALL'INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA CHE REALIZZA UN PERCORSO DI 440 KM ATTRAVERSO CA. 62 SITI DI VALORE PAESAGGISTICO, STORICO ED ARCHITETTONICO, DISLOCATI NELLE VARIE PENDICI DELL’ INTERA CATENA APPENNINICA DEL GRAN SASSO (LA PRINCIPALE DELL'APPENNINO). SOTTO IL PROFILO PAESAGGISTICO LA CATENA DISTA MEDIAMENTE 35 KM DAL MARE ADRIATICO; TALE DISTANZA, IN CONDIZIONI CLIMATICHE OTTIMALI, NE PERMETTE UNA COMPLETA VISUALE. LA CATENA MONTUOSA DEL GRAN SASSO SI ESTENDE PER CA. 40 KM E SI COMPONE DI VETTE DI ORIGINE PREVALENTEMENTE DOLOMITICA (DI ALTEZZA MEDIA SOPRA I 2.200 MT); LA VETTA PIU' ALTA (IL CORNO GRANDE) E’ DI ALTEZZA MT 2.912. IL PAESAGGIO E' VISIBILE DA 4 LATI CHE INTERESSANO LE 3 PROVINCIE ABRUZZESI DI TERAMO, PESCARA, L'AQUILA; DAL LATO DELLE PROVINCIE DI TERAMO E PESCARA IL PAESAGGIO E' CARATTERIZZATO DA ELEVATE PENDENZE E STRETTE VALLI IMMERSE DA BOSCHI E CRINALI ROCCIOSI ANCHE A QUOTE SOTTO I MT.1000 DI ALTITUDINE. DAL LATO SUD DELLA PROVINCIA DI L'AQUILA IL PAESAGGIO APPARE PIU' ALPEGGIANTE CON AVVALLAMENTI PIU' AMPI E PENDENZE PIU' GRADUALI FINO A RAGGIUNGERE, A QUOTA MT. 1.400, UN’ESTESO ALTIPIANO (CAMPO IMPERATORE) CHE ACCOGLIE ECONOMIE AGROPASTORALI DI TRADIZIONE ULTRAMILLENARIA. IL PARTICOLARE VALORE PAESAGGISTICO DELL’ALTIPIANO E’ TESTIMONIATO DAL SUO FREQUENTISSIMO UTILIZZO COME CORNICE NATURALE DI IMPORTANTI FILM E DI NUMEROSSISIMI SPOT PUBBLICITARI. LA VISUALE AQUILANA OVEST DEL TRACCIATO VIENE COMPLETATA DALL’AMPIO SISTEMA DI AVVALAMENTI E MONTAGNE CHE CIRCONDANO IL LAGO DI CAMPOTOSTO (IL SECONDO LAGO ARTIFICIALE PIU’ GRANDE D’EUROPA) REALIZZATO TRA GLI ANNI 30 E 40 DELLO SCORSO SECOLO PER ALIMENTARE UNA CENTRALE ELETTRICA. LA VISUALE OVEST DEL TRACCIATO VIENE COMPLETATA, INFINE, DALLA PIANA DI NAVELLI, ATTRAVERSATA, IN MOLTI PUNTI, DAL TRATTURO MAGNO CON PASSAGGIO SU IMPORTANTI SITI COME CASTELLO CAMPONESCHI, L’AREA ARCHEOLOGICA DI PELTUINIUM, SAN PIO DELLE CAMERE E BOMINACO, CARAPELLE, NAVELLI SI ANNOVERANO IN TUTTO IL PERCORSO DELL'IPPOVIA OLTRE 20 SITI DI RILEVANTE BELLEZZA PAESAGGISTICA (CASCATE, LAGHETTI,ELEVAZIONI ROCCIOSE E CRINALI) ED UN SISTEMA FAUNISTICO E FLOREALE CHE CONIA IL PARCO COME UN SISTEMA AD ELEVATA BIODIVERSITA' ( L'ENTE PARCO HA UFFICIALMENTE CENSITO LA PRESENZA DI LUPI, AQUILE REALI, CERVI, ORSI, VOLPI E MOLTE ALTRE SPECIE ANIMALI PROTETTE, OLTRE A NUMEROSISSIME SPECIE FLOREALI). SOTTO IL PROFILO STORICO IL VERSANTE AQUILANO E' LEGATO ALLA TRADIZIONE DELLA TRANSUMANZA, LE CUI EVOLUZIONI STORICHE (PER LUOGHI TOCCATI DAL SISTEMA DEI TRATTURI) SONO AMPIAMENTE DOCUMENTATE IN MANOSCRITTI DELLO STORICO MONS. ANTON LUDOVICO ANTINORI (1704-1778) E RACCOLTI PRESSO LA BIBLIOTECA SALVATORE TOMMASI DI L’AQUILA. E’ IN CORSO DI STESURA UN SISTEMA DI SCHEDE CHE RACCOLGONO, PER OGNI LUOGO DEL TRACCIATO, LE PRINCIPALI DESCRIZIONI STORICO EVOLUTIVE RICONDUNCENDOLE POI AD UNA UNITARIA, PER TUTTO IL PERCORSO, FINO AL 1806, EPOCA A CUI SI RICONDUCE LA SCOMPARSA DEL FENOMENO DELLA TRANSUMANZA E L’ UTILIZZO ESCLUSIVO DI QUELLE TERRE AD ATTIVITA’ AGROPASTORALI DI COLTIVAZIONE E DI ALLEVAMENTO GREGGI. IL VERSANTE PESCARESE E’ LEGATO ALLA STORIA DELLA EVOLUZIONE DEL POTERE MONASTICO DELL’ABBAZIA DI CASANOVA E DEL VESCOVATO DI PENNE E IL VERSANTE TERAMANO AI FEUDI GIACOMO DI ROSETO E PAGLIARA POI PASSATI IN EPOCA POST RINASCIMENTALE AGLI ORSINI E AQUAVIVA. SI SEGNALANO NEL TRACCIATO OLTRE 20 LOCALITA’ E SINGOLI MONUMENTI, (OLTRE ALL’INTERO PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E CAMPO IMPERATORE) COME GIA’ CENSITE COME LUOGO DEL CUORE; SI ANNOVERANO IN PARTICOLARE: SANTO STEFANO DI SESSANIO, ROCCA CALASCIO, CASTEL DEL MONTE, CARAPELLE CALVISIO, CORTINO, LAGO DI CAMPOTOSTO, BOMINACO, ARINGO, MASCIONI, PRATI DI TIVO, NAVELLI, LAGO SINIZZO, VILLA SANTA LUCIA, POGGIO CANCELLI, CASTELLI, SAN DEMETRIO NE’ VESTINI, PIETRACAMELA, CAPESTRANO, PELTUINIUM, PRATA D’ANSIDONIA ED ALTRE.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

745° Posto

122 Voti

Scopri altri luoghi vicini

862°
5 voti

TUNNEL DELLA GRAN SASSO SPA

L'AQUILA

849°
18 voti

Chiesa

CHIESA DELLA ASSUNTA AL LAGO

SANTO STEFANO DI SESSANIO, L'AQUILA

621°
247 voti

Borgo

SANTO STEFANO DI SESSANIO

SANTO STEFANO DI SESSANIO, L'AQUILA

841°
26 voti

Torre

TORRE MEDICEA

SANTO STEFANO DI SESSANIO, L'AQUILA

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

IPPOVIA DEL GRAN SASSO

GRAN SASSO D'ITALIA: TERAMO, PESCARA, L'AQUILA

IPPOVIA DEL GRAN SASSO
COMPLESSO DI TRATTURI COLLEGATI ALL'INTERNO DEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA CHE REALIZZA UN PERCORSO DI 440 KM ATTRAVERSO CA. 62 SITI DI VALORE PAESAGGISTICO, STORICO ED ARCHITETTONICO, DISLOCATI NELLE VARIE PENDICI DELL’ INTERA CATENA APPENNINICA DEL GRAN SASSO (LA PRINCIPALE DELL'APPENNINO). SOTTO IL PROFILO PAESAGGISTICO LA CATENA DISTA MEDIAMENTE 35 KM DAL MARE ADRIATICO; TALE DISTANZA, IN CONDIZIONI CLIMATICHE OTTIMALI, NE PERMETTE UNA COMPLETA VISUALE. LA CATENA MONTUOSA DEL GRAN SASSO SI ESTENDE PER CA. 40 KM E SI COMPONE DI VETTE DI ORIGINE PREVALENTEMENTE DOLOMITICA (DI ALTEZZA MEDIA SOPRA I 2.200 MT); LA VETTA PIU' ALTA (IL CORNO GRANDE) E’ DI ALTEZZA MT 2.912. IL PAESAGGIO E' VISIBILE DA 4 LATI CHE INTERESSANO LE 3 PROVINCIE ABRUZZESI DI TERAMO, PESCARA, L'AQUILA; DAL LATO DELLE PROVINCIE DI TERAMO E PESCARA IL PAESAGGIO E' CARATTERIZZATO DA ELEVATE PENDENZE E STRETTE VALLI IMMERSE DA BOSCHI E CRINALI ROCCIOSI ANCHE A QUOTE SOTTO I MT.1000 DI ALTITUDINE. DAL LATO SUD DELLA PROVINCIA DI L'AQUILA IL PAESAGGIO APPARE PIU' ALPEGGIANTE CON AVVALLAMENTI PIU' AMPI E PENDENZE PIU' GRADUALI FINO A RAGGIUNGERE, A QUOTA MT. 1.400, UN’ESTESO ALTIPIANO (CAMPO IMPERATORE) CHE ACCOGLIE ECONOMIE AGROPASTORALI DI TRADIZIONE ULTRAMILLENARIA. IL PARTICOLARE VALORE PAESAGGISTICO DELL’ALTIPIANO E’ TESTIMONIATO DAL SUO FREQUENTISSIMO UTILIZZO COME CORNICE NATURALE DI IMPORTANTI FILM E DI NUMEROSSISIMI SPOT PUBBLICITARI. LA VISUALE AQUILANA OVEST DEL TRACCIATO VIENE COMPLETATA DALL’AMPIO SISTEMA DI AVVALAMENTI E MONTAGNE CHE CIRCONDANO IL LAGO DI CAMPOTOSTO (IL SECONDO LAGO ARTIFICIALE PIU’ GRANDE D’EUROPA) REALIZZATO TRA GLI ANNI 30 E 40 DELLO SCORSO SECOLO PER ALIMENTARE UNA CENTRALE ELETTRICA. LA VISUALE OVEST DEL TRACCIATO VIENE COMPLETATA, INFINE, DALLA PIANA DI NAVELLI, ATTRAVERSATA, IN MOLTI PUNTI, DAL TRATTURO MAGNO CON PASSAGGIO SU IMPORTANTI SITI COME CASTELLO CAMPONESCHI, L’AREA ARCHEOLOGICA DI PELTUINIUM, SAN PIO DELLE CAMERE E BOMINACO, CARAPELLE, NAVELLI SI ANNOVERANO IN TUTTO IL PERCORSO DELL'IPPOVIA OLTRE 20 SITI DI RILEVANTE BELLEZZA PAESAGGISTICA (CASCATE, LAGHETTI,ELEVAZIONI ROCCIOSE E CRINALI) ED UN SISTEMA FAUNISTICO E FLOREALE CHE CONIA IL PARCO COME UN SISTEMA AD ELEVATA BIODIVERSITA' ( L'ENTE PARCO HA UFFICIALMENTE CENSITO LA PRESENZA DI LUPI, AQUILE REALI, CERVI, ORSI, VOLPI E MOLTE ALTRE SPECIE ANIMALI PROTETTE, OLTRE A NUMEROSISSIME SPECIE FLOREALI). SOTTO IL PROFILO STORICO IL VERSANTE AQUILANO E' LEGATO ALLA TRADIZIONE DELLA TRANSUMANZA, LE CUI EVOLUZIONI STORICHE (PER LUOGHI TOCCATI DAL SISTEMA DEI TRATTURI) SONO AMPIAMENTE DOCUMENTATE IN MANOSCRITTI DELLO STORICO MONS. ANTON LUDOVICO ANTINORI (1704-1778) E RACCOLTI PRESSO LA BIBLIOTECA SALVATORE TOMMASI DI L’AQUILA. E’ IN CORSO DI STESURA UN SISTEMA DI SCHEDE CHE RACCOLGONO, PER OGNI LUOGO DEL TRACCIATO, LE PRINCIPALI DESCRIZIONI STORICO EVOLUTIVE RICONDUNCENDOLE POI AD UNA UNITARIA, PER TUTTO IL PERCORSO, FINO AL 1806, EPOCA A CUI SI RICONDUCE LA SCOMPARSA DEL FENOMENO DELLA TRANSUMANZA E L’ UTILIZZO ESCLUSIVO DI QUELLE TERRE AD ATTIVITA’ AGROPASTORALI DI COLTIVAZIONE E DI ALLEVAMENTO GREGGI. IL VERSANTE PESCARESE E’ LEGATO ALLA STORIA DELLA EVOLUZIONE DEL POTERE MONASTICO DELL’ABBAZIA DI CASANOVA E DEL VESCOVATO DI PENNE E IL VERSANTE TERAMANO AI FEUDI GIACOMO DI ROSETO E PAGLIARA POI PASSATI IN EPOCA POST RINASCIMENTALE AGLI ORSINI E AQUAVIVA. SI SEGNALANO NEL TRACCIATO OLTRE 20 LOCALITA’ E SINGOLI MONUMENTI, (OLTRE ALL’INTERO PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E CAMPO IMPERATORE) COME GIA’ CENSITE COME LUOGO DEL CUORE; SI ANNOVERANO IN PARTICOLARE: SANTO STEFANO DI SESSANIO, ROCCA CALASCIO, CASTEL DEL MONTE, CARAPELLE CALVISIO, CORTINO, LAGO DI CAMPOTOSTO, BOMINACO, ARINGO, MASCIONI, PRATI DI TIVO, NAVELLI, LAGO SINIZZO, VILLA SANTA LUCIA, POGGIO CANCELLI, CASTELLI, SAN DEMETRIO NE’ VESTINI, PIETRACAMELA, CAPESTRANO, PELTUINIUM, PRATA D’ANSIDONIA ED ALTRE.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te