ISCRIVITI Al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
COLONNA SPEZZATA

COLONNA SPEZZATA

NAPOLI

588°

POSTO

7

VOTI
Condividi
COLONNA SPEZZATA
La Colonna Spezzata che si trova sul Lungomare di Napoli all’inizio di via Partenope è il monumento ai caduti del mare che fu creato a Napoli nel 1914, grazie al posizionamento della colonna di epoca romana su una base di marmo bianco già esistente. La base era stata costruita nel 1867 per realizzare il monumento ai caduti nella battaglia navale di Lissa che però non fu mai terminato. La colonna, che fu all’epoca sistemata sul basamento, è in marmo cipollino con venature verdi-grigie e proveniva dal teatro romano di via Anticaglia, ed era all’epoca conservata nei grandi depositi del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Ma verso la fine del 1800 l’idea di utilizzo della base di marmo bianca era ancora un’altra. Doveva infatti esserci sistemata sopra una statua che ricordasse l’ammiraglio Francesco Caracciolo, che fu tra i protagonisti della Repubblica Napoletana del 1799, e il cui nome è stato utilizzato per il bellissimo lungomare cittadino. L’ammiraglio Francesco Caracciolo era un bravo e alto ufficiale della flotta borbonica ma quando fu proclamata la Repubblica Napoletana scelse di servire quest’ultima. Valoroso ufficiale borbonico, già apprezzato dall’ammiraglio inglese Horatio Nelson, combattè poi da ufficiale della repubblica contro gli inglesi in diverse battaglie navali nel golfo di Napoli. Quando la Repubblica Partenopea cadde fu tra i primi patrioti ad essere giustiziato e fu impiccato all’albero della fregata Minerva il 29 giugno 1799. Con l’unità d’Italia fu deciso di costruire una grande statua all’Ammiraglio Caracciolo e di sistemarla sul grande basamento di marmo all’inizio di via Partenope ma la mancanza di fondi fece naufragare il progetto. Tramonto poi anche il progetto del monumento ai caduti della battaglia di Lissa, il primo grande scontro navale nell’ambito della terza guerra d’indipendenza italiana che si svolse al largo dell’omonima isola sul mar Adriatico e la base della colonna rimase li. Poi nel 1914 si pensò di creare questo monumento ai caduti del mare e fu recuperata la colonna romana che giaceva nei depositi del Museo Archeologico Nazionale e fu costruito quello che oggi conosciamo come il monumento ai caduti del mare.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2022

588° Posto

7 Voti
Censimento 2020

22,421° Posto

5 Voti
Censimento 2018

27,334° Posto

2 Voti
Censimento 2014

10,916° Posto

1 Voti
Censimento 2012

5,260° Posto

3 Voti
Censimento 2003

1,865° Posto

1 Voti
0

Scopri altri luoghi vicini

574°
21 voti

Museo

MUSAP - MUSEO FONDAZIONE "CIRCOLO ARTISTICO POLITECNICO"

NAPOLI

544°
51 voti

Monumento, statua, elemento architettonico

CASSA ARMONICA VILLA COMUNALE

NAPOLI

589°
6 voti

Museo

MUSEO ORIENTALE UMBERTO SCERRATO

NAPOLI

581°
14 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO SAN TEODORO

NAPOLI

Scopri altri luoghi simili

23°
9,754 voti

Monumento, statua, elemento architettonico

MADONNA IMMACOLATA DEL TESORO DI S. MATTEO NEL DUOMO SALERNO

SALERNO

44°
6,441 voti

Monumento, statua, elemento architettonico

SORGENTI DEL FIZZO E PONTE CARLO III (ACQUEDOTTO CAROLINO)

MOIANO, BENEVENTO

205°
776 voti

Monumento, statua, elemento architettonico

LE MURA VENETE DI BERGAMO

BERGAMO

236°
555 voti

Monumento, statua, elemento architettonico

ORGANO MONUMENTALE "LA GRASSA"

TRAPANI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

COLONNA SPEZZATA

NAPOLI

Condividi
COLONNA SPEZZATA
La Colonna Spezzata che si trova sul Lungomare di Napoli all’inizio di via Partenope è il monumento ai caduti del mare che fu creato a Napoli nel 1914, grazie al posizionamento della colonna di epoca romana su una base di marmo bianco già esistente. La base era stata costruita nel 1867 per realizzare il monumento ai caduti nella battaglia navale di Lissa che però non fu mai terminato. La colonna, che fu all’epoca sistemata sul basamento, è in marmo cipollino con venature verdi-grigie e proveniva dal teatro romano di via Anticaglia, ed era all’epoca conservata nei grandi depositi del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Ma verso la fine del 1800 l’idea di utilizzo della base di marmo bianca era ancora un’altra. Doveva infatti esserci sistemata sopra una statua che ricordasse l’ammiraglio Francesco Caracciolo, che fu tra i protagonisti della Repubblica Napoletana del 1799, e il cui nome è stato utilizzato per il bellissimo lungomare cittadino. L’ammiraglio Francesco Caracciolo era un bravo e alto ufficiale della flotta borbonica ma quando fu proclamata la Repubblica Napoletana scelse di servire quest’ultima. Valoroso ufficiale borbonico, già apprezzato dall’ammiraglio inglese Horatio Nelson, combattè poi da ufficiale della repubblica contro gli inglesi in diverse battaglie navali nel golfo di Napoli. Quando la Repubblica Partenopea cadde fu tra i primi patrioti ad essere giustiziato e fu impiccato all’albero della fregata Minerva il 29 giugno 1799. Con l’unità d’Italia fu deciso di costruire una grande statua all’Ammiraglio Caracciolo e di sistemarla sul grande basamento di marmo all’inizio di via Partenope ma la mancanza di fondi fece naufragare il progetto. Tramonto poi anche il progetto del monumento ai caduti della battaglia di Lissa, il primo grande scontro navale nell’ambito della terza guerra d’indipendenza italiana che si svolse al largo dell’omonima isola sul mar Adriatico e la base della colonna rimase li. Poi nel 1914 si pensò di creare questo monumento ai caduti del mare e fu recuperata la colonna romana che giaceva nei depositi del Museo Archeologico Nazionale e fu costruito quello che oggi conosciamo come il monumento ai caduti del mare.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2003, 2012, 2014, 2016, 2018, 2020, 2022
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te