ISCRIVITI Al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
TEATRO SOCIALE "DELIA CAJELLI"

TEATRO SOCIALE "DELIA CAJELLI"

BUSTO ARSIZIO, VARESE

564°

POSTO

31

VOTI
Condividi
TEATRO SOCIALE "DELIA CAJELLI"
Il Teatro Sociale "Delia Cajelli", detto anche un tempo la piccola Scala di Busto Arsizio, è uno dei teatri di Busto Arsizio, risalente alla fine del XIX secolo. Il 21 agosto 1890 venne fondata la Società anonima del teatro sociale, fortemente voluta dal cavalier Giovanni Candiani, morto quasi tre anni prima, nel 1888. L'atto costitutivo di questa società fu firmato da tali Candiani, Crespi, Gambero, Introini, Marinoni, Milani, Pozzi, Provasoli e Tosi alla presenza del notaio Carlo Prina. I lavori di costruzione terminarono nel 1891. La sala, edificata vicino alla appena inaugurata stazione ferroviaria della linea Novara-Seregno, fu progettata dall'architetto e ingegnere milanese Achille Sfondrini, che già realizzò altri teatri, tra i quali il Teatro Carcano di Milano (1872), il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti (1883) e il Teatro dell'Opera di Roma (1880). La tipologia architettonica del teatro del progetto originario ricalcava il modello scaligero, opera dell'architetto neoclassico Giuseppe Piermarini. In questo progetto, infatti, l'edificio era composto da una parte dedicata a servizi con atrio, uffici, deposito e salone delle feste, locali che precedevano la sala degli spettacoli con platea, due ordini di palchetti, camerini e vani per le attrezzature. La struttura esterna richiamava lo stile neoclassico con una forma semplice a due ordini, con porte e finestre ad archi a tutto sesto e una cupola a tamburo con aperture circolari.

Scheda completa al 88%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2022

564° Posto

31 Voti
Censimento 2020

14,571° Posto

9 Voti
Censimento 2018

6,948° Posto

12 Voti
Censimento 2016

8,655° Posto

7 Voti
Censimento 2014

6,122° Posto

3 Voti
0

Scopri altri luoghi vicini

579°
16 voti

Chiesa

SAN GREGORIO

BUSTO ARSIZIO, VARESE

553°
42 voti

Teatro

TEATRO SOCIALE DI BUSTO ARSIZIO

BUSTO ARSIZIO, VARESE

539°
56 voti

Santuario

SANTUARIO S.MARIA DI PIAZZA

BUSTO ARSIZIO, VARESE

565°
30 voti

Altro

VIALE DELLA GLORIA

BUSTO ARSIZIO, VARESE

Scopri altri luoghi simili

214°
688 voti

Teatro

TEATRO ANDROMEDA

SANTO STEFANO QUISQUINA, AGRIGENTO

359°
249 voti

Teatro

TEATRO GRECO DI AKRAI

PALAZZOLO ACREIDE, SIRACUSA

396°
203 voti

Teatro

TEATRO DI SAN CARLO

NAPOLI

468°
127 voti

Teatro

TEATRO DONIZETTI

BERGAMO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

TEATRO SOCIALE "DELIA CAJELLI"

BUSTO ARSIZIO, VARESE

Condividi
TEATRO SOCIALE "DELIA CAJELLI"
Il Teatro Sociale "Delia Cajelli", detto anche un tempo la piccola Scala di Busto Arsizio, è uno dei teatri di Busto Arsizio, risalente alla fine del XIX secolo. Il 21 agosto 1890 venne fondata la Società anonima del teatro sociale, fortemente voluta dal cavalier Giovanni Candiani, morto quasi tre anni prima, nel 1888. L'atto costitutivo di questa società fu firmato da tali Candiani, Crespi, Gambero, Introini, Marinoni, Milani, Pozzi, Provasoli e Tosi alla presenza del notaio Carlo Prina. I lavori di costruzione terminarono nel 1891. La sala, edificata vicino alla appena inaugurata stazione ferroviaria della linea Novara-Seregno, fu progettata dall'architetto e ingegnere milanese Achille Sfondrini, che già realizzò altri teatri, tra i quali il Teatro Carcano di Milano (1872), il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti (1883) e il Teatro dell'Opera di Roma (1880). La tipologia architettonica del teatro del progetto originario ricalcava il modello scaligero, opera dell'architetto neoclassico Giuseppe Piermarini. In questo progetto, infatti, l'edificio era composto da una parte dedicata a servizi con atrio, uffici, deposito e salone delle feste, locali che precedevano la sala degli spettacoli con platea, due ordini di palchetti, camerini e vani per le attrezzature. La struttura esterna richiamava lo stile neoclassico con una forma semplice a due ordini, con porte e finestre ad archi a tutto sesto e una cupola a tamburo con aperture circolari.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2014, 2016, 2018, 2020, 2022
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te