ISCRIVITI AL FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
MONASTERO DEL CORPO DI CRISTO

MONASTERO DEL CORPO DI CRISTO

BORGO, AVELLINO

7,000°

POSTO

7

VOTI 2022
MONASTERO DEL CORPO DI CRISTO
Il monastero del Corpo di Cristo, annesso alla chiesa di San Leucio, è ubicato nella parte estrema del casale Borgo di Montoro, ai piedi della collina su cui si ergono i ruderi del castello Longobardo ed il piccolo santuario di San Pantaleone, rientra nell'area di tutela del Parco dell'Angelo. Il complesso ha origini molto antiche, si suppone risalga al 1179, costruito dai Canonici del vescovato di Montoro, e venne utilizzato nell'Alto Medioevo come ospedale militare dell' Ordine di Gerusalemme, per curare i malati reduci dalle Crociate. Nel 1577 diventò priorato Verginano formato dall'unione dell'Ospedale di San Giovanni Gerosolomitano, dalla chiesa del Corpo di Cristo e dalla dipendenza Verginiana di San Cristoforo. La vita monastica , al suo interno, si svolse regolarmente fino alla soppressione attuata dal governo francese nel 1807. Il complesso destinato inizialmente al comune fu venduto a privati, che vi abitarono fino alla fine degli anni '80, quando fu riacquistato dal comune. Questo sito da struttura rappresentativa a livello territoriale fu ridotto a livello marginale, notevoli sono stati i danni riportati dall'edificio a seguito del sisma del novembre 1980 e febbraio 1981. Nel mese di dicembre del 1988 venne incaricato l'architetto Carmine Petraccaro in qualità di progettista e direttore dei lavori, realizzando un progetto di consolidamento e restauro del fabbricato, migliorando la struttura per quanto concerne la risposta all'azione sismica; ha eliminato altresì le superfetazioni aggiunte nel corso degli anni, che impedivano la lettura storica del fabbricato. L'edificio, essendo sottoposto a vincolo artistico- storico-ambientale, è stato inserito a pieno titolo nella proposta per la valorizzazione del patrimonio architettonico esistente, offerta dal Giubileo del 2000, spianando la strada per il restauro. Nel 2015 il monastero è stato sottoposto ad interventi di manutenzione ordinaria curati dall'architetto Carmela Fasolino e dall'ingegnere Vincenzo Fasolino.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
0

Vota altri luoghi vicini

21,378°
2 voti

Castello, rocca

CASTELLO LONGOBARDO

BORGO, AVELLINO

32,626°
1 voto

Chiesa

CHIESA DI MONTORO INFERIORE

MONTORO INFERIORE, AVELLINO

1,844°
22 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI FORINO

CASTELLO, AVELLINO

34,001°
1 voto

Palazzo storico, dimora storica

CONTRADA

CONTRADA, AVELLINO

Vota altri luoghi simili

4,785 voti

Monastero

CHIESA E MONASTERO DELLA SS. ANNUNZIATA

GENZANO DI LUCANIA, POTENZA

33°
2,397 voti

Monastero

EX-CONVENTO DEI CAPPUCCINI - MONASTERO DEL TERZO MILLENNIO

MESAGNE, BRINDISI

34°
2,380 voti

Monastero

CAMERA DELLA BADESSA (DEL CORREGGIO)

PARMA

125°
517 voti

Monastero

CHIESA E MONASTERO SANTA MARIA DELLA RIPA

FORLÌ, FORLI CESENA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

MONASTERO DEL CORPO DI CRISTO

BORGO, AVELLINO

MONASTERO DEL CORPO DI CRISTO
Il monastero del Corpo di Cristo, annesso alla chiesa di San Leucio, è ubicato nella parte estrema del casale Borgo di Montoro, ai piedi della collina su cui si ergono i ruderi del castello Longobardo ed il piccolo santuario di San Pantaleone, rientra nell'area di tutela del Parco dell'Angelo. Il complesso ha origini molto antiche, si suppone risalga al 1179, costruito dai Canonici del vescovato di Montoro, e venne utilizzato nell'Alto Medioevo come ospedale militare dell' Ordine di Gerusalemme, per curare i malati reduci dalle Crociate. Nel 1577 diventò priorato Verginano formato dall'unione dell'Ospedale di San Giovanni Gerosolomitano, dalla chiesa del Corpo di Cristo e dalla dipendenza Verginiana di San Cristoforo. La vita monastica , al suo interno, si svolse regolarmente fino alla soppressione attuata dal governo francese nel 1807. Il complesso destinato inizialmente al comune fu venduto a privati, che vi abitarono fino alla fine degli anni '80, quando fu riacquistato dal comune. Questo sito da struttura rappresentativa a livello territoriale fu ridotto a livello marginale, notevoli sono stati i danni riportati dall'edificio a seguito del sisma del novembre 1980 e febbraio 1981. Nel mese di dicembre del 1988 venne incaricato l'architetto Carmine Petraccaro in qualità di progettista e direttore dei lavori, realizzando un progetto di consolidamento e restauro del fabbricato, migliorando la struttura per quanto concerne la risposta all'azione sismica; ha eliminato altresì le superfetazioni aggiunte nel corso degli anni, che impedivano la lettura storica del fabbricato. L'edificio, essendo sottoposto a vincolo artistico- storico-ambientale, è stato inserito a pieno titolo nella proposta per la valorizzazione del patrimonio architettonico esistente, offerta dal Giubileo del 2000, spianando la strada per il restauro. Nel 2015 il monastero è stato sottoposto ad interventi di manutenzione ordinaria curati dall'architetto Carmela Fasolino e dall'ingegnere Vincenzo Fasolino.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te