ISCRIVITI Al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CASCINA LINTERNO

CASCINA LINTERNO

MILANO

233°

POSTO

572

VOTI
Condividi
CASCINA LINTERNO
Antica Cascina del contado milanese, esempio significativo di corte chiusa lombarda. Cascina Linterno non è solo una delle tante cascine milanesi: è un monumento storico tutelato dal Ministero dei Beni Culturali e sopravvissuto miracolosamente all'incontrollata espansione urbanistica del dopoguerra insieme al suo prezioso territorio agricolo, di cui si hanno le prime notizie documentate in una pergamena, la «Carta Investiture» del 1154, conservata nella Canonica di Sant'Ambrogio. Un’antichissima tradizione la lega alla figura Francesco Petrarca. Linterno viene indicata tradizionalmente come la residenza estiva del Poeta, a contatto con la natura, la sua “deliziosa solitudine”, come amava definirla, e dove amava rifugiarsi per sfuggire alla già allora caotica vita cittadina.Dal 1924 al 1941, la Linterno ebbe un grande momento di notorietà in quanto venivano dai paesi vicini e da ogni zona di Milano i disperati, gli sfiduciati dei medici, la gente semplice; tutti erano accolti da Don Giuseppe Gervasini, un energico prete dalle maniere forse un poco rudi ma dal cuore d’oro. Aveva fama di guaritore; il suo nome non dice molto a chi non lo ha conosciuto, anche se la sua fama miracolistica aveva inquietato molto la Curia milanese, la gente lo conosceva di più come “el Pret de Ratanà”.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2022

233° Posto

572 Voti
Censimento 2020

2,302° Posto

69 Voti
Censimento 2018

3,441° Posto

24 Voti
Censimento 2016

2,642° Posto

23 Voti
Censimento 2014

1,604° Posto

22 Voti
Censimento 2012

886° Posto

14 Voti
Censimento 2010

51° Posto

1,970 Voti
Censimento 2004

13° Posto

1,753 Voti
Censimento 2003

106° Posto

13 Voti

Questo luogo è sostenuto da:

ASSOCIAZIONE "AMICI CASCINA LINTERNO"

Scopri altri luoghi vicini

565°
30 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASA PETRARCA DI LINTERNO

MILANO

246°
510 voti

Area naturale

MARCITE DI CASCINA LINTERNO

MILANO

164°
1,314 voti

Cappella

CHIESETTA DI CASCINA LINTERNO

MILANO

584°
11 voti

Giardino, parco urbano

PARCO DELLE CAVE

MILANO

Scopri altri luoghi simili

18°
12,738 voti

Area agricola

"IL SENTIERO DEGLI ULIVI" LA FASCIA OLIVATA ASSISI SPOLETO

TREVI, PERUGIA

34°
7,772 voti

Area agricola

PAESAGGIO RURALE DI CAVAGNA - S. EGIDIO

LECCO

384°
216 voti

Area agricola

CONCA DEL LAGO DI NEMI - PAESAGGIO RURALE

NEMI, ROMA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CASCINA LINTERNO

MILANO

Condividi
CASCINA LINTERNO
Antica Cascina del contado milanese, esempio significativo di corte chiusa lombarda. Cascina Linterno non è solo una delle tante cascine milanesi: è un monumento storico tutelato dal Ministero dei Beni Culturali e sopravvissuto miracolosamente all'incontrollata espansione urbanistica del dopoguerra insieme al suo prezioso territorio agricolo, di cui si hanno le prime notizie documentate in una pergamena, la «Carta Investiture» del 1154, conservata nella Canonica di Sant'Ambrogio. Un’antichissima tradizione la lega alla figura Francesco Petrarca. Linterno viene indicata tradizionalmente come la residenza estiva del Poeta, a contatto con la natura, la sua “deliziosa solitudine”, come amava definirla, e dove amava rifugiarsi per sfuggire alla già allora caotica vita cittadina.Dal 1924 al 1941, la Linterno ebbe un grande momento di notorietà in quanto venivano dai paesi vicini e da ogni zona di Milano i disperati, gli sfiduciati dei medici, la gente semplice; tutti erano accolti da Don Giuseppe Gervasini, un energico prete dalle maniere forse un poco rudi ma dal cuore d’oro. Aveva fama di guaritore; il suo nome non dice molto a chi non lo ha conosciuto, anche se la sua fama miracolistica aveva inquietato molto la Curia milanese, la gente lo conosceva di più come “el Pret de Ratanà”.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2003, 2004, 2010, 2012, 2014, 2016, 2018, 2020, 2022
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te