ISCRIVITI AL FAI
Un significativo traguardo per la Ferrovia delle Meraviglie

Un significativo traguardo per la Ferrovia delle Meraviglie

Condividi
Un significativo traguardo per la Ferrovia delle Meraviglie
In primo piano

17 gennaio 2022

Mercoledì 22 dicembre 2021, alle 9.25, sul binario 7 della stazione di Ventimiglia, l’arrivo di un treno ha riaperto ufficialmente il tratto italiano della Cuneo-Ventimiglia-Nizza: la Ferrovia delle Meraviglie.

Anche il Presidente francese Emmanuel Macron crede nelle potenzialità della ferrovia transfrontaliera Cuneo-Ventimiglia-Nizza, la strada ferrata non solo vincitrice della X edizione de “I Luoghi del Cuore”, con 75.586 voti, ma anche un'infrastruttura che è oggi l'unica via di collegamento attiva tra territori appartenenti sì a Paesi diversi ma alla stessa macroregione, unita per storia e tradizione. Un'infrastruttura che ha bisogno di rilancio, di investimenti e di una nuova gestione, proprio come previsto dal Patto del Quirinale, fortemente voluto dalla Francia e firmato a novembre da Draghi e Macron.

Un traforo stradale ancora impercorribile separa Francia e Italia e impedisce a transfrontalieri e a turisti, di poter raggiungere il comprensorio della Riserva Bianca e la riviera ligure, con grave danno per la stessa economia della regione.

Il Presidente Macron è recentemente stato in visita a Breil e Tenda: l’alluvione del 2 ottobre 2020 aveva portato allo smottamento del Colle di Tenda e all’isolamento della Val Roya, snodo fondamentale per il collegamento tra il Cuneese, la riviera ligure e la Costa Azzurra.

Il Presidente ha raggiunto i cantieri della strada dove ha incontrato il sindaco di Limone Piemonte Massimo Riberi, il vicesindaco di Cuneo Patrizia Manassero, il sindaco di Airole Maurizio Odoero e il sindaco di Olivetta San Michele Adriano Biancheri, perché è fondamentale che i territori francese e italiano procedano con pari intenti di ripristino delle diverse modalità di collegamento.

Questo interesse di Macron è stato vissuto con grande entusiasmo e aspettativa da molti cittadini, associazioni e istituzioni italiane, quelle stesse per le quali la ferrovia risulta un’infrastruttura vitale, non solo per gli spostamenti locali, ma anche come possibile leva per la conoscenza, la fruizione e la valorizzazione di un territorio costituito in prevalenza da piccoli Comuni, che per contro insistono su luoghi di grande valenza paesaggistica, culturale, ambientale, inseriti nel Parco naturale europeo Alpi marittime e Mercantour.

“La Ferrovia delle Meraviglie” è una straordinaria opera dell’ingegno umano che sfida i limiti fisici: in meno di 50 km in linea d’aria – 96 di estensione lineare – supera un dislivello di mille metri. Per questo la riapertura della Cuneo-Ventimiglia-Nizza, pur al momento con poche corse e orari da mettere a punto, e l’intervento concreto del presidente francese sono un significativo traguardo per il Luogo del Cuore più votato dagli italiani nel 2020.

News correlate

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te