ISCRIVITI AL FAI
Parco Villa Gregoriana: delicato frammento di paesaggio italiano

Parco Villa Gregoriana: delicato frammento di paesaggio italiano

Condividi
Parco Villa Gregoriana: delicato frammento di paesaggio italiano
In primo piano

11 febbraio 2022

Il 12 febbraio 2021 una frana coinvolse il versante della forra di Parco Villa Gregoriana a Tivoli. A un anno dall’incidente, il Bene è tornato in piena sicurezza ma oggi, più che mai, non possiamo abbassare la guardia.

Parco Villa Gregoriana è un unicum paesaggistico nato dal connubio tra fenomeni naturali e interventi umani che nei secoli hanno prodotto una meraviglia tanto eccezionale quanto delicata. La particolare conformazione di questo luogo, naturalmente predisposta a fenomeni di dissesto idrogeologico ed eventi franosi, richiede un’incessante opera di mantenimento e di messa in sicurezza, che da vent’anni assicuriamo in virtuosa sinergia con l’Agenzia del Demanio da cui nel 2002 il FAI ricevette il parco in concessione, per il suo ripristino e la sua valorizzazione.

È un compito senza tregua, che ci permette di limitare il rischio di perdere preziose porzioni di paesaggio e garantire la sicurezza dei visitatori attraverso un monitoraggio costante e una regolare attività di manutenzione ordinaria, preventiva e programmata. Ma non sempre un presidio così attento è sufficiente a evitare il sopraggiungere di improvvisi eventi calamitosi, sempre più frequenti.

Un anno fa, era infatti il 12 febbraio 2021, una porzione del versante della forra del parco è franato a valle a causa degli effetti del cambiamento climatico che, con la sempre più frequente alternanza di siccità estive e intensi rovesci invernali, hanno accelerato un processo naturale di questo fragile ecosistema.

L’intervento per mettere in sicurezza e ripristinare il versante è stato immediato ma anche molto oneroso (e non preventivato) e se abbiamo portato a termine questa impresa è stato solo grazie al fondamentale sostegno dell’Agenzia del Demanio insieme alla generosità di quegli italiani che hanno risposto al nostro appello di raccolta fondi e ai preziosi contributi di Kuwait Petroleum Italia, di Fondazione Angelini e al sostegno di Sara Assicurazioni.

Loading

Oggi Parco Villa Gregoriana è tornato in piena sicurezza ma gli effetti del riscaldamento globale minano sempre di più la sicurezza e l’integrità di questo e di molti altri Beni di cui ci prendiamo cura. Il solo modo che abbiamo per contenere i danni derivanti dagli effetti del cambiamento climatico è quello di intervenire per adeguare le nostre strutture a tollerare possibili incidenti, attraverso la “Conservazione preventiva e programmata”, un insieme di attività pianificate che permettono di evitare il ricorso ad azioni tardive, sporadiche e frammentarie, a favore di una strategia preventiva di lungo termine. La nostra è una corsa contro il tempo, una sfida che possiamo affrontare solo grazie all’applicazione quotidiana di una “tutela intelligente”, con il supporto di indispensabili alleati.

Loading
Parco Villa Gregoriana riapre al pubblico il 25 febbraio!

Ti aspettiamo!

News correlate

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te