Iscriviti al FAI a -10€

ROCCOLO GUIDETTI-FRANZONI

BORNO, BRESCIA

ROCCOLO GUIDETTI-FRANZONI
Il roccolo era una postazione utilizzata dai cacciatori per catturare gli uccelli al passaggio degli stormi. Riservato a ricchi e benestanti era sinonimo di prestigio. Il “Roccolo di Veleno”, su una collina vicina al paese, porta il soprannome del nonno dell’attuale proprietario. Su due piani, ospita un bel camino angolare con lo stemma della famiglia Franzoni e varie citazioni; il primo piano é interamente rivestito da listarelle di abete. Da una scala lignea si accede all’ultimo piano con due ampi ambienti rivestiti da una boiserie di legno scuro: una sala e l’ambiente per l’uccellagione. Dalle strette feritoie, si osservava il passaggio degli stormi e si lanciavano gli spauracchi per spingere gli uccelli verso le reti della cattura appese ai carpini posti a semicerchio attorno all’edificio. L’uccellagione, praticata con archetti, era, fin dal lontano Medioevo, parte integrante dell’economia povera delle valli alpine.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te