Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
16 - 17 ottobre
MUSEO DELLA BREDA

MUSEO DELLA BREDA

BRESCIA

Condividi
MUSEO DELLA BREDA

Attenzione!

POSTI ESAURITI

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Brescia

Orario

Sabato: 10:00 - 16:00
Note: Gruppi da 10 persone ogni 60’

Note per la visita

Sarà necessario esibire il documento d'identità in loco. 

A CURA DI Delegazione FAI di Brescia

Il Museo della Breda Meccanica Bresciana, situato presso lo storico complesso produttivo di Brescia oggi Leonardo, è tra luoghi più rappresentativi dell'archeologia industriale del territorio lombardo. Inaugurato nel dicembre 2013, è costituito da una mostra fotografica permanente che racconta, attraverso 200 immagini fotografiche provenienti dall'Archivio Storico aziendale, le origini dello stabilimento Breda Meccanica Bresciana, le sue vicende salienti e i prodotti principali sino al Secondo dopoguerra. L'esposizione è arricchita da un filmato e da numerosi cimeli e oggetti d'epoca. Raccontare una fabbrica cui molte famiglie di Brescia sono legate significa, in qualche modo, raccontare un'intera città, che attraversa i piccoli e grandi eventi della storia. Le immagini infatti non solo offrono testimonianza dei prodotti, ma anche degli uomini, delle donne e del mondo del lavoro. Vengono documentati i vari reparti, i test per la qualità, le fasi tragiche del Secondo conflitto mondiale, sottolineando lo spirito e la capacità di un'azienda che, per sopravvivere alla guerra e alle sue conseguenze economiche, seppe più volte reinventarsi e diversificare il proprio “saper fare”.

Inaugurato nel dicembre 2013, è costituito da una mostra fotografica permanente che racconta, attraverso 200 immagini fotografiche provenienti dall'Archivio Storico aziendale, le origini dello stabilimento Breda Meccanica Bresciana, le sue vicende salienti e i prodotti principali sino al Secondo dopoguerra. L'esposizione è arricchita da un filmato e da numerosi cimeli e oggetti d'epoca. Raccontare una fabbrica cui molte famiglie di Brescia sono legate significa, in qualche modo, raccontare un'intera città, che attraversa i piccoli e grandi eventi della storia. Le immagini infatti non solo offrono testimonianza dei prodotti, ma anche degli uomini, delle donne e del mondo del lavoro. Vengono documentati i vari reparti, i test per la qualità, le fasi tragiche del Secondo conflitto mondiale, sottolineando lo spirito e la capacità di un'azienda che, per sopravvivere alla guerra e alle sue conseguenze economiche, seppe più volte reinventarsi e diversificare il proprio “saper fare”.

I cimeli che arredano il museo ripercorrono le tappe fondamentali della produzione, con strumenti di difesa che hanno fatto la storia italiana, e anche con alcuni pezzi particolari e rari, come il frigorifero e il motorino “Bredino”, segni materiali e iconici degli anni di riconversione post-bellica. Cuore del percorso museale è la restaurata sezione di circa 70 metri del rifugio ricovero antiaereo: fatto costruire dalla stessa azienda nel corso della Seconda Guerra Mondiale, fu luogo di riparo per migliaia di dipendenti durante i bombardamenti del 1944-‘45. La struttura è unica nel suo genere: monumentale ricovero di superficie e non sotterraneo, era composto da una serie di settori, tutti identici, numerati e ciascuno autonomo per servizi ed ingresso. Era poi dotato di un sistema di ventilazione con filtri antigas azionato da una serie di biciclette, che garantivano il ricambio d'aria anche in caso di interruzione della corrente elettrica. I progettisti della Breda conferirono alla costruzione una forma a punta di lancia, simile a quella dei bastioni rinascimentali, dove le pareti inclinate, spesse 90 centimetri, consentivano di far “scivolare” le bombe cercando di allontanarne e attutirne lo scoppio. Nel 2015 l'azienda, in collaborazione con Associazione Museo della Melara e gruppo dei Seniores, promuove il restauro della porzione di 70 metri e la riapre al pubblico.

COSA SCOPRIRETE DURANTE LE GIORNATE FAI?

L'esperienza immersiva della visita al bunker, fruibile anche grazie alla diffusione dell'audio originale di un bombardamento e all'alternanza di buio-luce, rende questo spazio, ancora vivo nella memoria di molti bresciani, emotivamente coinvolgente e denso di commozione. Il museo di Brescia è oggi parte del ‘Sistema Museale e Archivistico integrato', promosso dalla Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine, nell'ambito della valorizzazione e comunicazione di un patrimonio che testimonia una pagina importante della storia dell'industria italiana.

Testo scritto da Delegazione FAI di Brescia

Gallery

Aperture vicine

REPARTO ATTIVITÀ TERRITORIALE DEL COMANDO MILITARE ESERCITO LOMBARDIA

BRESCIA

CONGREGAZIONE SUORE OPERAIE DELLA SANTA CASA DI NAZARETH - GIÀ PALAZZO MARTINONI MAZZOLA

BOTTICINO, BRESCIA

PALAZZO BESCHI ORA COSTANZA-FATTORI

CASTIGLIONE DELLE STVIERE, MANTOVA

IDROSCALO AERONAUTICA MILITARE DI DESENZANO DEL GARDA

DESENZANO DEL GARDA, BRESCIA

CHIESA ED EX MONASTERO DI SANT'ANNA

ALBINO, BERGAMO

CHIESA DI SAN BARTOLOMEO

ALBINO, BERGAMO

PALAZZO E GIARDINI MORONI

BERGAMO

CHIESA DI SAN FRANCESCO

POZZUOLO MARTESANA, MILANO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

MUSEO DELLA BREDA

BRESCIA

MUSEO DELLA BREDA
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2019, 2020, 2021
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te