ISCRIVITI Al FAI

FERROVIA AOSTA PRE SAINT DIDIER

AOSTA

Condividi
FERROVIA AOSTA PRE SAINT DIDIER
La tratta ferroviaria che parte dalla città di Aosta e arriva al paese di Pré-Saint-Didier, alle pendici del massiccio del Monte Bianco, è la seconda linea a essere stata costruita in Valle d’Aosta dopo la Chivasso – Aosta del 1881. Si iniziò a parlare di un possibile collegamento ferroviario che arrivasse fino alla cittadina termale (o anche che passasse sotto la montagna per collegare l’Italia con la Francia) già nella seconda metà del XIX secolo. I lavori veri e propri quindi poterono iniziare solo il 22 settembre del 1927 per concludersi poco più di due anni dopo; l’inaugurazione coincise con l’anniversario della marcia su Roma dell’anno 1929 (28 ottobre). Si tratta di un particolare non di poco conto poiché la nascita del secondo tratto ferroviario valdostano è legato più che marginalmente con le politiche del regime fascista nella regione; non bisogna però dimenticare, e anzi è necessario rimarcare che la strada ferrata venne pensata, progettata e costruita non tanto come servizio per i cittadini dell’alta valle o per ragioni politiche ma come vitale arteria che portasse l’indispensabile minerale delle miniere di La Thuile all’acciaieria Cogne, situata nel capoluogo regionale. Quella che in un primo momento doveva essere solo una linea a spiccata vocazione “industriale” viene modificata per essere utilizzata anche dalla popolazione: si predilige, con grande lungimiranza, la trazione elettrica per sfruttare le importanti fonti di energia idroelettrica presenti in valle, che nel corso del 1968 sarà abbandonata a favore di quella diesel. La costruzione, anche se non banale sul piano ingegneristico procede velocemente: la linea viene divisa in sei tronconi, ognuno appaltato a una diversa ditta dall’acciaieria Cogne. Il risultato finale di due anni di sforzi è una ferrovia che si snoda per poco più di trentuno Km lungo il fondovalle della parte occidentale della Valle d’Aosta; il fiume Dora Baltea viene attraversato quattro volte con altrettanti ponti di pregevole fattura, le gallerie espressamente costruite son ben ventidue con lunghezza variabile fino a più di un chilometro. I progettisti mantengono inoltre la pendenza sempre entro il 30 per mille e il raggio delle curve entro i 180 metri; le stazioni originariamente costruite sono sette, numero che crescerà fino a nove negli anni successivi a causa della richiesta dei cittadini di alcuni paesi, e sono: Sarre, Saint Pierre, Villeneuve, Arvier, Avise, Derby, La Salle, Morgex, Pré-Saint-Didier. Fin dalla sua entrata in servizio la linea Aosta - Pré-Saint-Didier si rivela essere un’ importantissima arteria che consente il collegamento del capoluogo regionale con i paesi dell’alta valle; nel corso degli anni ’60 tuttavia la sempre minor redditività dell’estrazione del minerale dal bacino di La Thuile porta la ferrovia ad abbandonare la sua accezione industriale per assurgere a ruolo più di servizio pendolari da e per il capoluogo regionale e come volano turistico visti i numerosi luoghi di interesse presenti lungo il suo tracciato. Tuttavia, dopo alterne vicende il 24 dicembre 2015 l’assessore regionale ai trasporti comunica la sospensione del servizio sulla tratta visto l’ammontare dei costi di gestioni in relazione all’utenza effettiva della tratta: a oggi la ferrovia è di fatto abbandonata.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2016, 2018, 2020, 2022
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te