Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
17 - 18 ottobre e 24 - 25 ottobre
Castello medioevale di Calosso

Castello medioevale di Calosso

CALOSSO, ASTI

Condividi
Castello medioevale di Calosso

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Asti

Note per la visita

Turni di visita ogni 60 minuti per gruppi di 12 persone. La visita dura 45/50 minuti circa.

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

l castello di Calosso è un'imponente edificio che si stratifica in diverse fasi costruttive a partire da epoca antecedente al Mille, poi parzialmente distrutto nel 1318 durante il conflitto tra i Guelfi della famiglia Solaro e la fazione ghibellina di Asti. Poi prontamente ricostruito dai vincitori per rientrare tra i possedimenti di Valentina Visconti, andata in sposa a Luigi d’Orléans nel 1387. All'inizio del XVII secolo, è assediato dagli spagnoli ed in seguito recuperato dai Savoia. Ma è dalla pace dei Pirenei del 1659, che la fortezza perde la sua importanza strategica e viene trasformata dalla famiglia Roero di Cortanze, signori di Calosso, in dimora di campagna. Sono visitabili, oltre al giardino, ai sotterranei e alle segrete, anche ambienti privati come la biblioteca, un salotto, la sala da pranzo e la cappella.

Visite a cura di

Volontari FAI

Aperture vicine

Castello di Lajone

QUATTORDIO, ALESSANDRIA

ABBAZIA SANTA GIUSTINA

SEZZADIO, ALESSANDRIA

Pieve della Santissima Trinità da Lungi

CASTELLAZZO BORMIDA, ALESSANDRIA

Colle Manora accoglie con la vista superba ed i musei

QUARGNENTO, ALESSANDRIA

Chiesa Gardella - Ospedale Borsalino

ALESSANDRIA

Palazzo Guidobono

TORTONA, ALESSANDRIA

Campanile Abbaziale del Principato di Lucedio

TRINO, VERCELLI

Teatro Carignano

TORINO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CASTELLO E GIARDINI

CALOSSO, ASTI

Condividi
CASTELLO E GIARDINI
l castello di Calosso è un'imponente edificio che si stratifica in diverse fasi costruttive a partire da epoca antecedente al mille, poi parzialmente distrutto nel 1318 durante il conflitto tra i Guelfi della famiglia Solaro e la fazione ghibellina di Asti. Poi prontamente ricostruito dai vincitori per rientrare tra i possedimenti di Valentina Visconti, andata in sposa a Luigi d’Orléans nel 1387. Ad inizio del XVII secolo, è assediato dagli spagnoli ed in seguito recuperato dai Savoia. Ma è dalla pace dei Pirenei del 1659, che la fortezza perde la sua importanza strategica e viene trasformata dalla famiglia Roero di Cortanze, signori di Calosso, in dimora di campagna, per assumere i connotati ancora oggi riscontrabili. Da accesso al cortile interno un portale seicentesco che reca lo stemma del casato. Sono visitabili, oltre al giardino ed ai sotterranei e alle segrete, anche ambienti privati come la biblioteca, un salotto, la sala da pranzo e la cappella.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2020
I Luoghi del Cuore
2010, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te