Iscriviti al FAI

La moda al "Monumentale"

Condividi
La moda al "Monumentale"
Incontri e convegni Appuntamento a cura di DELEGAZIONE FAI DI MILANO

I cimiteri, venerati e rispettati per la loro valenza religiosa e sacrale, conservano anche testimonianze indiscutibili del passato che fu. I cimiteri sono un luogo privilegiato per la conoscenza di aspetti artistici, etnografici, antropologici e sociologici, parlano della città che li ospita.

Valeria Celsi, autrice di un libro edito da La Feltrinelli, Cosa va di moda al Monumentale? Tendenze fashion nell'Ottocento tra i viali del Cimitero Monumentale di Milano racconterà un aspetto curioso che emerge passeggiando per il “Monumentale”. 

I cimiteri, normalmente venerati e rispettati per la loro valenza religiosa e sacrale, conservano anche testimonianze indiscutibili del passato che fu. Aspetti artistici, ma non solo: i cimiteri sono un luogo privilegiato per la conoscenza di aspetti etnografici, antropologici e sociologici, parlano della città che li ospita. Le statue sono testimonianza della moda di un'epoca passata, dello scorrere delle tendenze fashion di una città importante e industriale quale fu Milano già nell'Ottocento. Donne d'altri tempi, agghindate come se dovessero partecipare ad una serata di gala o vestite del più bell'abito creato dalla sarta in voga all'epoca, uomini baffuti con cilindro calzato in testa e capelli impomatati all'indietro. Milano capitale della moda e rinomata per la fashion week può contribuire allo studio della storia del costume ottocentesco grazie alla presenza del patrimonio scultoreo che si può osservare tra i viali alberati del suo Cimitero Monumentale.

Trentenne milanese con un’innata passione per le stranezze e le leggende dei luoghi, Valeria Celsi fin da piccola divorava libri su storie di fantasmi e sull’antico Egitto con i suoi riti funerari.

Nel 2011 trascorre un anno di Servizio Civile presso il Cimitero Monumentale e grazie a questa esperienza comprende che diventare guida turistica era l’unico modo per continuare a mettere in pratica i suoi studi universitari in Storia dell’arte. Apre una pagina Facebook e un blog “I percorsi d’arte funeraria di Valeria” in cui da allora si sofferma sul racconto di tombe a livello artistico, storie di vite vissute, stranezze e curiosità legate alla morte e al mondo dell’arte funeraria, sempre con una verve ironica e per nulla cupa. Ha ottenuto l’abilitazione come accompagnatrice turistica e come guida turistica.
Dal 2015 organizza per la città di Milano (e non solo..) visite guidate noir con l’obiettivo di far scoprire i lati nascosti di una città che ha tanto da dare e rivelare anche sotto questo punto di vista. 
Il suo evento Ghost tour di Milano è diventato virale fin da subito sui social network; è stata contattata da testate giornalistiche importanti e da una casa editrice che le ha chiesto di scrivere un libro sui fantasmi meneghini.

ORARIO

Piattaforma Digitale dalle ore 18.30

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Evento online aperto a tutti con contributo a partire da 4€ per gli Iscritti FAI e da 5€ per i non Iscritti FAI.

Prenotazione obbligatoria su faiprenotazioni.fondoambiente.it

CONTATTI

Per informazioni: milano@delegazionefai.fondoambiente.it / +39 351 9613762

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te