ISCRIVITI AL FAI
PALAZZINA APPIANI | ph. FAI | © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Palazzina Appiani

Il palco che Napoleone volle per sé nell’Arena del Parco Sempione

Condividi
Palazzina Appiani

tipologia

Bene aperto al pubblico

contatti

347 1552920 attivo solo nei giorni e orari di apertura
faiappiani@fondoambiente.it

La tribuna d’onore progettata dal Canonica per ospitare la famiglia dell’imperatore francese nelle occasioni pubbliche, è un piccolo gioiello neoclassico ancora da scoprire, circondato dal verde del parco cittadino più grande di Milano.

Affidata in concessione al FAI dal Comune di Milano, nel 2015

READ THE ENGLISH VERSION

Quando nel 1796 le truppe francesi guidate da Napoleone irruppero in Milano, per la città si aprì una breve ma intensa stagione politica e civile che la vide protagonista di grandi piani destinati a conferirle una dimensione metropolitana e culturale degna di una capitale. Anche l’architettura dovette rispondere a questa esigenza di cambiamento e trasformazione con progetti che celebrassero la magnificenza del potere napoleonico. Il riordino urbanistico della vasta area intorno al Castello Sforzesco ne divenne l’emblema: venne concepita come una grande piazza d’armi, munita persino di un arco trionfale - l’Arco della Pace - e di un’arena per spettacoli pubblici, disegnata nel 1805 da Luigi Canonica sul modello degli antichi circhi romani. Oggi l’Arena Civica è una delle poche architetture rimaste a testimonianza degli ambiziosi piani di Napoleone, che qui volle anche una tribuna d’onore per le sue apparizioni pubbliche. Sorse così una loggia dalle monumentali forme classiche aperta sull’anfiteatro e inclusa in un edificio dalle linee semplici e compatte, che rivolge il fronte esterno sul parco con una facciata porticata di sapore già neoclassico. All’interno, un Salone d’onore decorato con marmi, cristalli e un fregio continuo che rievoca i cortei trionfali dei bassorilievi romani di età imperiale, dipinto alla maniera del pittore neoclassico Andrea Appiani da cui la Palazzina prende il nome. Il FAI la apre al pubblico con visite guidate e appuntamenti spesso dedicati ai bambini per scoprire e godere di un gioiello neoclassico immerso nel verde e nella storia di Milano.

Loading

Ultime News

Attualità

Natale 2022: metti il FAI sotto l’albero!

2022-11-28

Vivi l’attesa del Natale nei Beni del FAI: ti aspettiamo nei luoghi di cui ci prendiamo cura per condividere l’atmosfera natalizia con tutta...

Aziende

Alla scoperta dei Beni FAI in Lombardia con il treno

2022-11-10

Trenord, tra le più importanti realtà del trasporto pubblico locale ferroviario a livello europeo, collabora con il FAI per promuovere gli s...

Attualità

“Mi piace pensare che il mio legato servirà a rendere più bella la vita di chi ne gioirà”

2022-10-24

Un legato testamentario al FAI è una "promessa" a beneficio e valorizzazione del patrimonio di arte e natura di cui la Fondazione si prende ...

Attualità

I Beni del FAI sono più vicini di quello che pensi

2022-07-25

Per tutto agosto i nostri Beni saranno sempre aperti: che tu sia rimasto in città o partito per le vacanze in Italia ci sono luoghi speciali...

Ti potrebbero interessare

Villa Necchi Campiglio

MILANO

Una villa di design anni Trenta nel cuore di Milano

Villa Fogazzaro Roi

VALSOLDA, FRAZ. ORIA, COMO

Un piccolo mondo antico affacciato sulla sponda italiana del lago di Lugano
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te