REGALA LA TESSERA
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
LA PESCHIERA DEL MAGICO BORGO SANTA FIORA

LA PESCHIERA DEL MAGICO BORGO SANTA FIORA

SANTA FIORA, GROSSETO

8,183°

POSTO

12

VOTI 2022
Condividi
LA PESCHIERA DEL MAGICO BORGO SANTA FIORA
Santa Fiora è un piccolo borgo incantato alle pendici del Monte Amiata, si divide in quattro "terzieri" che sono quelli di borgo, castello e Montecatino e fuori porta. Dalla Piazza di castello, Piazza Garibaldi, attraverso gli antichi vicoli si accede al centro storico, immensamente ricco di storia, arte, cultura,in armonia panorami mozzafiato che si possono scorgere addentrandosi in uno degli antichi vicoli di Piazza Garibaldi, che si ricongiungono con davanti alla Pieve delle Sante Flora e Lucilla, nella quale è custodita una delle più grandi collezioni al Mondo di terracotte di Luca e Andrea della Robbia, o affacciandosi dai numerosi balconi naturali volti verso la Valle del Fiora o il Monte Labbro. Dalla Porticciola, si entra nel terziere di Borgo, antico nucleo abitativo del XIV secolo, e continuando a scendere e passando attraverso la porta San Michele, si arriva nel terziere di Montecatino, la parte più nuova della borgo antico Qui un tempo, favorite dall’abbondanza delle acque (che rappresentavano la fonte nergetica), fiorirono diverse manifatture. Ma l’interesse è subito catturato dall’insolito specchio d’acqua che si apre, finalmente vicino e ormai a portata di mano: quella splendida Peschiera (XVI sec.) che, secondo Cesare Brandi, sembra un luogo ariostesco, assolutamente indimenticabile e che vale da sola un viaggio. La Peschiera, cinta da un muro in trachite, fu voluta dagli Sforza nel XVI secolo, che qui realizzarono un parco-giardino. Le ultime ristrutturazioni furono effettuate da Lorenzo Sforza Cesarini nel 1851, è un suggestivo parco-giardino con pini, cipressi, tigli castagni, lecci, cedri e magnolie. Dalla Peschiera le acque del Fiora defluiscono in una vasca posta all'esterno del muro di cinta, sormontata da due delfini con il tridente, utilizzata un tempo come abbeveratoio e poi come lavatoio pubblico, accanto sorge la chiesa della Madonna delle Nevi proprio sopra le sorgenti del fiume Fiora, che sono visibili sotto il pavimento in vetro. Santa Fiora è stata capitale della Contea di Santa Fiora, prima sotto la famiglia Aldobrandeschi e poi Sforza e Sforza Cesarini. La Contea ha rappresentato uno Stato autonomo dal IX-X secolo fino al XVII secolo, venendo poi ceduta ai Granduchi di Toscana ma rimanendo entità autonoma fino alle riforme di Pietro Leopoldo (fine 1700).

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

564° Posto

414 Voti
Censimento 2020

99° Posto

414 Voti
Censimento 2018

3,303° Posto

25 Voti
Censimento 2016

2,021° Posto

30 Voti
Censimento 2014

2,177° Posto

14 Voti
Censimento 2010

4,351° Posto

1 Voti
Censimento 2004

1,388° Posto

1 Voti
Censimento 2003

1,865° Posto

1 Voti
0

Vota altri luoghi vicini

36,299°
1 voto

Area naturale

BOSCO DELLA SELVA

SANTA FIORA, GROSSETO

28,955°
2 voti

Chiesa

CHIESA DEL SANTISSIMO CROCIFISSO E LA PESCHIERA

SANTA FIORA, GROSSETO

37,957°
1 voto

Chiesa

CHIESA SANTISSIMA TRINITA'

SANTA FIORA, GROSSETO

28,596°
2 voti

Convento

CONVENTO CLARISSE

SANTA FIORA, GROSSETO

Vota altri luoghi simili

7,965 voti

Borgo

CASTELLO E BORGO MEDIEVALE

CREMOLINO, ALESSANDRIA

41°
3,003 voti

Borgo

PAESE DI CIVITA DI BAGNOREGIO

BAGNOREGIO, VITERBO

48°
2,772 voti

Borgo

BORGO MEDIEVALE E BOSCHI A FARNETTO DI COLLESTRADA

COLLESTRADA, PERUGIA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

LA PESCHIERA DEL MAGICO BORGO SANTA FIORA

SANTA FIORA, GROSSETO

Condividi
LA PESCHIERA DEL MAGICO BORGO SANTA FIORA
Santa Fiora è un piccolo borgo incantato alle pendici del Monte Amiata, si divide in quattro "terzieri" che sono quelli di borgo, castello e Montecatino e fuori porta. Dalla Piazza di castello, Piazza Garibaldi, attraverso gli antichi vicoli si accede al centro storico, immensamente ricco di storia, arte, cultura,in armonia panorami mozzafiato che si possono scorgere addentrandosi in uno degli antichi vicoli di Piazza Garibaldi, che si ricongiungono con davanti alla Pieve delle Sante Flora e Lucilla, nella quale è custodita una delle più grandi collezioni al Mondo di terracotte di Luca e Andrea della Robbia, o affacciandosi dai numerosi balconi naturali volti verso la Valle del Fiora o il Monte Labbro. Dalla Porticciola, si entra nel terziere di Borgo, antico nucleo abitativo del XIV secolo, e continuando a scendere e passando attraverso la porta San Michele, si arriva nel terziere di Montecatino, la parte più nuova della borgo antico Qui un tempo, favorite dall’abbondanza delle acque (che rappresentavano la fonte nergetica), fiorirono diverse manifatture. Ma l’interesse è subito catturato dall’insolito specchio d’acqua che si apre, finalmente vicino e ormai a portata di mano: quella splendida Peschiera (XVI sec.) che, secondo Cesare Brandi, sembra un luogo ariostesco, assolutamente indimenticabile e che vale da sola un viaggio. La Peschiera, cinta da un muro in trachite, fu voluta dagli Sforza nel XVI secolo, che qui realizzarono un parco-giardino. Le ultime ristrutturazioni furono effettuate da Lorenzo Sforza Cesarini nel 1851, è un suggestivo parco-giardino con pini, cipressi, tigli castagni, lecci, cedri e magnolie. Dalla Peschiera le acque del Fiora defluiscono in una vasca posta all'esterno del muro di cinta, sormontata da due delfini con il tridente, utilizzata un tempo come abbeveratoio e poi come lavatoio pubblico, accanto sorge la chiesa della Madonna delle Nevi proprio sopra le sorgenti del fiume Fiora, che sono visibili sotto il pavimento in vetro. Santa Fiora è stata capitale della Contea di Santa Fiora, prima sotto la famiglia Aldobrandeschi e poi Sforza e Sforza Cesarini. La Contea ha rappresentato uno Stato autonomo dal IX-X secolo fino al XVII secolo, venendo poi ceduta ai Granduchi di Toscana ma rimanendo entità autonoma fino alle riforme di Pietro Leopoldo (fine 1700).
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2003, 2004, 2010, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te