Iscriviti al FAI a -10€
Giornate FAI di Primavera
Condividi
Giornate FAI di Primavera

    Sabato 5 e domenica 6 giugno 2021 appuntamento da non perdere in Valle d'Aosta, Sardegna e Sicilia con la 29ª edizione delle Giornate FAI di Primavera, dal 1993 il più importante evento dedicato al patrimonio culturale che celebra arte, storia e natura del nostro Paese.

    La grande manifestazione di piazza del FAI che in queste regioni non si è potuta svolgere nella data inizialmente programmata - il 15 e 16 maggio - a causa della zona arancione, nel primo fine settimana di giugno tornerà a coinvolgere i cittadini nell’entusiasmante scoperta delle bellezze che li circondano, grazie all’apertura di luoghi, alcuni dei quali poco conosciuti o accessibili in via eccezionale.

    Nel rispetto della normativa vigente (Decreto Sostegni del 22 aprile 2021), per partecipare alle Giornate FAI di Primavera è consigliato prenotarsi sul sito www.giornatefai.it a partire da venerdì 28 maggio. Gli ingressi saranno disponibili fino all’esaurimento dei posti di ogni turno per garantire la sicurezza di tutti.

    L’iniziativa delle Giornate FAI di Primavera si inquadra nell’ambito delle iniziative di raccolta pubblica di fondi occasionale (Art 143, c 3, lett a), DPR 917/86 e art 2, c 2, D Lgs 460/97) nel corso della quale si chiede a coloro che lo desiderano di sostenere il FAI con un contributo minimo. Coloro che scelgono di donare online, se lo gradiscono, possono prenotare il proprio spazio di visita, assicurandosi così l’ingresso dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti sono limitati. Il contributo suggerito a partire da 3 euro, viene, come sempre, chiesto liberamente anche in piazza.

    Il contributo non è obbligatorio. È una donazione per sostenere la missione della Fondazione. Mai come in questo preciso momento storico il FAI chiede il sostegno di tutti per poter far fronte alle difficoltà causate dai mesi di blocco forzato delle sue attività, dovuto all’emergenza sanitaria.

    Durante le visite sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza indicate nei cartelli informativi posti all’inizio dei percorsi: è infatti obbligatorio mantenere il distanziamento sociale, evitare di creare assembramenti, indossare la mascherina durante l’intera durata della visita, disinfettare le mani con gli appositi gel situati lungo il percorso e attenersi alle indicazioni date dal personale volontario.

    Scopri le aperture in collaborazione con la Commissione Europea

    Sempre a tua disposizione

    Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
    Tutto questo non sarebbe possibile senza di te