ISCRIVITI AL FAI

AREA EX SGL- CARBON

ASCOLI PICENO

Condividi
AREA EX SGL- CARBON
Su una superficie di 27 ettari al centro di Ascoli, corrispondente ad un'area pari a quella su cui si sviluppa il centro storico della città, è scritta la storia di un'intera cittadina, del suo lavoro, del suo sacrificio. L'ex SGL Carbon ha rappresentato per generazioni di ascolani il simbolo dell'industrializzazione e del boom economico, diventando il motore propulsore dell'occupazione e dell'economia. Questo terreno, il cui equilibrio naturale è stato gravemente compromesso, è stato individuato per la realizzazione di un progetto che punta alla riqualificazione globale dell'area industriale per farne un'occasione di rilancio importante per uno sviluppo duraturo a lungo termine. Una storia che inizia nei primi anni del secolo scorso, quando la Società Industriale Italiana aprì ad Ascoli un sito industriale per la produzione di manufatti a base di carbone per applicazioni elettrotecniche ed elettrochimiche, costituendo così la Società Italiana dei Carboni Elettrici (SICE). La crisi economica del 1929 rischiò di portare alla chiusura della società ma, con consistenti investimenti tecnologici, il salvataggio avvenne grazie alla ditta tedesca Siemens Plania che portò lo stabilimento ascolano ad altissimi livelli di produzione. Anche il secondo conflitto mondiale condizionò l'attività dello stabilimento e, alla fine della guerra, la fabbrica venne sequestrata dai soldati inglesi. La produzione riprese solo nel 1950 grazie ad un gruppo di imprenditori italiani che aveva acquisito lo stabilimento modificandone la ragione sociale in Elettrocarbonium Spa e costruendo un'alleanza con la Siemens Plania. I consistenti investimenti tecnologici degli anni '70 portano la fabbrica di Ascoli a livelli di produzione e di eccellenza di livello europeo. La metà degli anni '90 segnò, invece, l'inizio del lento e inesorabile declino dell'insediamento fino alla chiusura definitiva dello stabilimento nel 2007. Ormai da anni dismessa da sito produttivo, oggi, l'area che comprende 850 mila metri cubi di volumi tra capannoni e attrezzature, è in uno stato di totale abbandono.
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2022
I Luoghi del Cuore
2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te