Iscriviti al FAI
Le collezioni del FAI

Le collezioni del FAI

#ItaliaMiPiaci

Il FAI si occupa di case ma anche di cose! Una nuova rubrica a cura dell’Ufficio Conservazione propone un viaggio tra le collezioni custodite nei Beni del FAI, per scoprire preziose opere d’arte, ma anche oggetti d’uso quotidiano, attraverso combinazioni inedite e curiosi racconti.

I vasi nei Beni del FAI
Loading

Nella prima immagine.

Vaso con coperchio in maiolica decorata a figure «chinesi» nei colori Imari di tradizione giapponese, realizzato dalla manifattura Pasquale Rubati, Milano, XVIII secolo (uno di un coppia). Dalla Collezione Alighiero ed Emilietta de’ Micheli, a Villa Necchi Campiglio, Milano.

Nella seconda immagine.

Vaso con coperchio in vetro nero opalino, soffiato e lavorato a mano, realizzato dall’azienda Venini per la serie “cinesi”, ideata da Carlo Scarpa nel 1940. Dalla Collezione Panza, a Villa Panza, Varese.

Nella terza immagine.

Vaso a cratere in maiolica dipinta con scena di paesaggio con figure, di manifattura toscana, attribuito alla bottega di Bartolomeo Terchi, XVIII secolo. Dalla donazione di Martino Silvestri, a Villa Della Porta Bozzolo, Casalzuigno (Varese).

Nella quarta immagine.

Vaso di Fausto Melotti (1901-1986), scultura in ceramica smaltata, realizzata nel 1950-51. Dalla donazione della famiglia Fischer, a Villa Necchi Campiglio, Milano.

#ItaliaMiPiaci

Il FAI da sempre si occupa con entusiasmo e passione dell’Italia e degli italiani, mettendosi in ascolto dei cittadini per ideare e immaginare insieme il futuro.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te