ISCRIVITI AL FAI
In collaborazione con

COMITATO PER IL RECUPERO E LA VALORIZZAIZONE DELLA STAZIONE BAYARD - LA STRADA DI FERRO NAPOLI - PORTICI.

Comitato

COMITATO PER IL RECUPERO E LA VALORIZZAIZONE DELLA STAZIONE BAYARD - LA STRADA DI FERRO NAPOLI - PORTICI.

Avvisi

Punti di raccolta voti: Centro Assistenza Fiscale Via del Carmine, n. 13 - Napoli Bar Roma Corso Garibaldi, n. 378 - Napoli Salumeria Bernardo Corso Garibaldi, n. 33 - Napoli Centro Studi La Contea Via Toledo, n. 418 - Napoli Caf Corso Lucci, n. 113 - Napoli Assocasa Napoli Via Campania, 23 - Napoli

descrizione

Il Comitato si è costituito sulla comune volontà di valorizzare i beni comuni della città di Napoli con particolare riferimento alle testimonianze storiche del glorioso passato della città. In questi caso, poi, se ne sta perdendo la memoria. Se chiedete in giro quasi nessuno sa dirvi che quel rudere sbarrato di corso Garibaldi, tutto tufo e vegetazione selvatica, tra la Circumvesuviana e la sede della II Municipalità, è la Stazione Bayard. la stazione di partenza della borbonica ferrovia Napoli-Portici, la prima strada ferrata d’Italia, inaugurata il 3 ottobre del 1839, merita un'opera di riemersione e di restauro che possa essere valorizzato con la assegnazione di specifiche funzioni. Secondo il progetto che sosteniamo, firmato dal compianti prof. Arch. Aldo Loris Rossi, la stazione dovrebbe essere collegata alla Circumvesuviana, una sorta d’ingresso d’onore. Ma soprattutto potrebbe essere un museo ed un punto informativo per turisti. Sulla testata dei binari potrebbero essere collocate alcune locomotive e carrozze d’epoca, come quelle che si trovano a Pietrarsa. Negli anni diversi convegni si sono svolti per mantenere accesi i riflettori sulla stazione ed anche le scuole della zona hanno svolto diverse attività con i loro alunni. Il Comune di Napoli, poi, inserì la stele commemorativa dell'ingresso di Garibaldi a Napoli, che giunse proprio utilizzando la ferrovia, nel progetto "Monumentando" che ha garantito un intervento di restauro.

bisogni del luogo

La Bayard è attualmente irrangiungibile. Sebbene le strutture portanti reggono, è a rischio crolli da quando è stata definitivamente sbarrata e cinta da un muro. La parte sana è utilizzata dagli uffici della Municipalità. L’ala sud è in buono stato di conservazione, mentre una parte consistente del vecchio edificio riservato ai viaggiatori è ancora in piedi, ma a vederlo stringe il cuore. Osservata da dietro è una grande bocca di macerie e di alberi che stanno sgretolando le mura. Resistono pilastri portanti, con la rivestitura di mattoncini di cotto. Qualche fregio è più forte dell’incuria. Occorre un intervento che riporti alla luce la vecchia configurazione della stazione e che possa far riemergere l'edificio nello splendore dell'epoca.

collaborazioni

Associazione Informazione Giovani Europa A.I.G.E. Centro Studi La Contea Iniziativa Meridionale Progetto Napoli Comitato Chiaia Viva e Vivibile Associazione Dimore Storiche Comitato Santa Maria di Portosalvo Associazione Ali del Vento FIDES

Scopri i luoghi sostenuti
Dopo ogni censimento FAI e Intesa Sanpaolo mettono a disposizione un budget di 400.000 euro: una parte viene destinata ai primi tre classificati, l’altra viene assegnata attraverso un bando a cui possono partecipare tutti i luoghi con una soglia minima di voti. Fino a oggi abbiamo sostenuto 139 progetti in 19 regioni
Scopri i comitati attivi
Nati spontaneamente oppure già attivi, i Comitati sono il cuore pulsante del censimento: gruppi di cittadini pronti a mobilitarsi per i luoghi speciali del loro territorio. Scopri quali sono i comitati già attivi o registra il tuo.
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te