ISCRIVITI AL FAI

I tesori nascosti dell’Ambrosiana: visita ai capolavori della pinacoteca con l’apertura straordinaria della Cripta San Sepolcro

Condividi
I tesori nascosti dell’Ambrosiana: visita ai capolavori della pinacoteca con l’apertura straordinaria della Cripta San Sepolcro
Visite guidate speciali Appuntamento a cura di GRUPPO FAI GIOVANI DI MILANO

Visita ai capolavori della pinacoteca con l¿apertura straordinaria della Cripta San Sepolcro

La visita serale della Pinacoteca verterà sui capolavori assoluti della collezione: ci si soffermerà davanti alla Canestra di frutta di Caravaggio per poi proseguire con il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello, recentemente restaurato e valorizzato dal nuovo allestimento curato da Stefano Boeri Architetti. La visita della Pinacoteca terminerà in Aula Leonardi e in Sala Federiciana (l’antica sala di lettura della Biblioteca Ambrosiana), dove si potranno ammirare rispettivamente il Ritratto di Musico e il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci. Seguirà, in esclusiva per i partecipanti, una visita alla Cripta di San Sepolcro. L’evento è riservato agli under 40. 

PINACOTECA AMBROSIANA
La Pinacoteca Ambrosiana fu istituita nell’aprile del 1618, quando il Cardinale Federico Borromeo donò la sua collezione di dipinti, statue e disegni alla Biblioteca Ambrosiana, da lui stesso fondata nel 1607. All’interno del percorso espositivo della Pinacoteca, articolato in 24 sale, si possono ammirare alcuni dei più straordinari capolavori di tutti i tempi, come il Musico di Leonardo, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaello, l’Adorazione dei Magi di Tiziano, la Madonna del Padiglione di Botticelli e gli splendidi Vasi di fiori di Jan Brueghel.

CRIPTA DI SAN SEPOLCRO
La chiesa di San Sepolcro fu fondata nel 1030, quando un monetiere di Milano di nome Rozzone fece erigere sull’antico foro romano una chiesa inizialmente consacrata alla Santissima Trinità. Il 15 luglio 1100, dopo la riconquista di Gerusalemme, la dedicazione venne cambiata in “chiesa del Santo Sepolcro”, a memoria di questo straordinario evento. Luogo di profonda sacralità, nel XVI secolo la chiesa inferiore di San Sepolcro fu scelta da san Carlo Borromeo come personale luogo di preghiera, dove si recava ogni mercoledì e venerdì pomeriggio. Nel 1928, con la soppressione della Parrocchia di San Sepolcro, la chiesa venne acquisita dall’Ambrosiana, che ancor oggi la amministra. Recentemente la cripta è stata oggetto di un complesso intervento di restauro finanziato dal MIBAC e terminato nel 2019, volto principalmente al recupero delle superfici decorate.

 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Evento riservato agli UNDER 40 con contributo minimo a partire da:
- 8€ per iscritti FAI

- 10€ per non iscritti FAI

Prenotazione obbligatoria su faiprenotazioni.fondoambiente.it 

CONTATTI

Per informazioni e ulteriori dettagli: milano@faigiovani.fondoambiente.it
 

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te